Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Il borgo antico visto da Jacovitti, il concorso di pittura dal vero per gli alunni del Liceo Artistico

Il borgo di Termoli con gli occhi e l’estro di Jacovitti, in un’estemporanea di pittura che avrà luogo nel Paese vecchio stesso. Questo il cuore del concorso bandito dal Lions Club Termoli Tifernus denominato appunto “Il borgo antico di Termoli visto da Jacovitti” e voluto dal presidente Ezio Di Pinto e dal direttivo del club. L’iniziativa ha lo scopo di valorizzare la figura di Benito Jacovitti, illustre nativo di Termoli, fumettista di fama internazionale a cui è dedicato e intitolato il Liceo Artistico cittadino. Il concorso è rivolto agli alunni delle classi quarte e quinte di Arti Figurative che realizzeranno delle opere pittoriche, su tela bianca, raffiguranti particolari del borgo antico di Termoli, immaginando come li avrebbe visti lo stesso Jacovitti e rappresentandoli con la sua creatività fumettistica.

L’evento si terrà il 21 ottobre, dalle 14 alle 19, secondo la metodologia dell’extempore, cioè dal vero, nelle strade, nei vicoli e nelle viuzze del borgo antico. In caso di cattive condizioni meteo, la manifestazione si svolgerà all’interno del Castello Svevo. Al termine dei lavori, una giuria costituita da due docenti del Liceo Artistico ‘Jacovitti’, da due soci del Lions Club Termoli Tifernus e presieduta da un critico d’arte, il maestro Pino Procopio di Pescara – valuterà tutti i lavori per selezionarne tre. Le premiazioni si terranno dopo le 19 nella sala consiliare del Comune: al primo classificato andrà un soggiorno di due giorni per due persone a Firenze. Sarà compreso il biglietto di ingresso alla Galleria degli Uffizi, gentilmente offerto dall’agenzia viaggi Di Brino; il secondo classificato e il terzo classificato si aggiudicheranno invece un buono acquisto per materiale didattico del valore di 100 euro.

Tutti i lavori diventeranno patrimonio del Lions club Termoli Tifernus che potrà venderli nell’ambito del distretto lionistico di appartenenza e devolverne il ricavato in beneficenza, secondo le indicazioni del Consiglio direttivo dello stesso club.

Dal Club termolese un ringraziamento va agli sponsor che hanno sostenuto e condiviso il service.