Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Riparazioni e lavori a casa: il 64% dei molisani sceglie il fai-da-te. Ma per risparmiare

Secondo l’ultima ricerca dell’osservatorio "Sara Assicurazioni" il "Do-It-Yourself" è entrato nelle corde dei molisani, ma il motivo scatenante non sia la gioia di riparare qualcosa con le proprie mani nelle proprie abitazioni. Secondo l'indagine infatti solo l’11% si cimenta in piccole riparazioni per divertimento: il motivo principale che spinge a non chiamare professionisti del mestiere è, ancora una volta, il risparmio per il 44% degli abitanti della regione

Mantenere ciò che possediamo come fosse sempre nuovo? E’ possibile se puntualmente eseguiamo la necessaria manutenzione di quel bene. E i molisani hanno dimostrato di esserne perfettamente consapevoli ancor più se si tratta della propria casa.

Secondo l’ultima ricerca dell’osservatorio “Sara Assicurazioni” (compagnia assicuratrice ufficiale dell’Automobile Club d’Italia), il 52% degli intervistati molisani si rende conto – infatti –  che trascurare i piccoli problemi della propria casa potrebbe portare ad avere danni maggiori, con tutte le conseguenze che ne potrebbero derivare.

Quindi il 56 per cento dei molisani sarebbe addirittura disposto a dare fondo a tutti i suoi risparmi per evitare conseguenza irreversibili, mentre il 23% prenderebbe in considerazione l’idea di chiedere un prestito bancario. I più previdenti utilizzerebbero la copertura assicurativa stipulata in precedenza (37%), mentre il 23% chiederebbe un aiuto economico ai propri familiari.

Se poi la casa si trova in zone esposte a importanti eventi atmosferici, la manutenzione viene ritenuta fondamentale per il 72% degli intervistati: in questo caso infatti si potrebbero più facilmente verificare problemi ai tubi in caso di gelate, o muffe poco gradevoli nelle zone umide della casa, come taverna o cantina.

Ma a chi rivolgersi? A nessuno, risponde il 64%. A quanto pare infatti il do-it-yourself, come dicono gli americani, è entrato nelle corde dei molisani, ma pare che il motivo scatenante per questi ultimi non sia la gioia di riparare qualcosa con le proprie mani. Secondo l’indagine  solo l’11% si cimenta in piccole riparazioni per divertimento: il motivo principale che spinge a non chiamare professionisti del mestiere è, ancora una volta, il risparmio per il 44% degli abitanti della regione.

Gli altri fattori che portano a passare il proprio tempo libero a svolgere lavori di manutenzione? Il 35% ritiene di avere le competenze adatte per svolgere un buon lavoro mentre per il 10% è una questione di tempistiche: far da sé è più rapido.

Non tutti i molisani però si sentono così competenti: il 48% degli intervistati si rende conto infatti che chiamare un professionista significa avere la garanzia di un lavoro ben fatto, e il 37% ammette di non avere le giuste capacità per svolgere lavori di manutenzione, specialmente per quanto riguarda gli spazi esterni: il 62% non andrebbe mai a riparare il tetto, e il 39% non si cimenterebbe mai nella ritinteggiatura di pareti o ringhiere, nella sistemazione delle grondaie o di mettere a posto i pluviali. Anche l’idraulica piace poco: il 30% rinuncia volentieri a sostituzioni di rubinetterie o simili. Insomma, a ognuno il suo mestiere.