Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Gli svaligiano casa, 48 ore dopo li riconosce in caserma: arrestati due georgiani e un ucraino

I tre sono stati fermati dai carabinieri di Morcone lungo la statale 87 all'altezza del comune campano. Sono accusati di porto abusivo di armi e di aver commesso il furto in un'abitazione di Campobasso domenica mattina

Il campobassano che ha subito il furto domenica mattina, li ha riconosciuti quando due giorni dopo (martedì 16 ottobre) i carabinieri di Morcone lo hanno invitato per dare un parere sulle persone che avevano fermato lungo la statale 87 mentre fuggivano a tutta velocità.

Lui, la vittima, li ha identificati. Erano gli stessi che domenica mattina aveva sorpreso a rubare all’interno della sua casa.

Si tratta di due georgiani e un ucraino, arrestati e rinchiusi nel carcere di Benevento che devono rispondere di porto abusivo di arma e furto in abitazione.

Il fermo è scattato durante normali servizi controllo del territorio disposti dai carabinieri della provincia di Benevento  al confine con il Molise.

Una pattuglia di Morcone ha quindi intercettato una macchina che alla vista del posto di controllo ha accelerato la corsa imboccando la statale 87 in direzione “Benevento”.

Si è generato quindi un inseguimento ma la fuga è durata poco perché a stretto giro di posto i militari hanno bloccato l’autovettura e invitato i tre a scendere senza opporre resistenza.

In macchina c’erano pellicce e gioielli in oro opportunamente nascosti. E ancora, quattro coltelli a scatto.

Il trio è stato quindi portato alla stazione carabinieri di Morcone per le identificazioni e le procedure che si adottano in questi casi ma nel frattempo  il campobassano che avevano denunciato il furto e la presenza di quattro  soggetti stranieri nella sua casa è stato convocato in caserma per il riconoscimento.

Una volta lì, ha  identificato i fermati (sottolineando che però erano in 4 e che dunque all’appello mancava uno) ribadendo che erano gli stessi che domenica mattina dopo aver forzato una finestra erano entrati nella sua casa portando via monili in oro per un valore complessivo di circa 6mila euro e 300 euro in contanti.

Sorpresi, erano fuggiti facendo perdere le loro tracce.  Gli stranieri, terminate le formalità di rito, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Benevento a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.