Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Doppio colpo in una barberia e in una clinica privata: giovane ladro incastrato dalla Polizia

Il furto aveva fruttato un bel gruzzoletto ad un giovane ladro: circa 200 euro. Aveva prima derubato un barbiere e poi una persona ricoverata in una clinica privata. Preso dalla Polizia, il 26enne deve rispondere di furto aggravato. Inoltre, la Squadra Mobile ha 'pizzicato' due trentenni con l'eroina.

Il duplice colpo gli aveva fruttato un bel gruzzoletto: circa 200 euro. Soldi che aveva messo insieme prima derubando un barbiere e poi mettendo a segno un furto in una clinica privata. 

La Polizia si era messa sulle tracce del giovane ladro, un 26enne del capoluogo. Un ragazzo evidentemente molto scaltro. Aveva commesso il primo furto all’interno di una barberia: approfittando di un momento di distrazione del proprietario, aveva aperto la cassa e ne aveva prelevato l’incasso giornaliero di 180 euro. Poi era fuggito. Il titolare dell’attività commerciale dunque aveva deciso di allertare la Polizia che, dopo gli immediati approfondimenti investigativi, aveva identificato il ladro.

Il 26enne, è emerso dalle indagini, era la stessa persona che aveva derubato una persona ricoverata in una clinica privata. Qui riuscendo ad eludere la presenza degli infermieri e senza preoccuparsi della registrazione delle telecamere di videosorveglianza, si era intrufolato nelle camere dei pazienti. Poi aveva ‘avvistato’ la sua preda: il portafoglio lasciato incustodito da un degente che in quel momento non era nella stanza. Aveva prelevato il borsellino dal cassetto e poi era riuscito. Il colpo in questo caso gli aveva fruttato 50 euro. 

Grazie alle immagini della videosorveglianza e dagli accertamenti effettuati dagli agenti nell’immediatezza dei fatti, il malvivente è stato identificato. E’ accusato di furto aggravato. 

Inoltre, la Polizia continua nell’attività di prevenzione e repressione contro la detenzione e lo spaccio di droga. Questa volta nella rete degli uomini della Squadra Mobile sono finiti due uomini: A.A. di 34 anni, e C.G. di 37 anni 37, trovati in possesso di eroina. Con sè avevano rispettivamente 1,88 e 1,13 grammi di sostanza stupefacente.  Entrambi sono stati segnalati all’autorità amministrativa.