Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Spariti i soldi per le periferie, accuse bipartisan contro M5S: “Irresponsabili”

Consiglio comunale di fuoco a Campobasso. Al termine della seduta, centrodestra e centrosinistra approvano un ordine del giorno per prendere posizione contro il Governo. I consiglieri M5S non partecipano al voto ed escono dall'Aula. Si alzano voci di protesta pure dal Consiglio regionale. Fanelli: "Due schiaffi dolorosi per il Molise"

C’è ancora tanta confusione. La cancellazione dei 18 milioni di euro destinati a Campobasso e assegnati dall’ex governo Pd è diventata certezza dopo l’ultimo passaggio ieri – 20 settembre – in Senato del decreto Milleproproghe. Che sarebbe andata così si poteva intuire dalle parole espresse qualche giorno fa dal premier Conte: “Finanziamo opere concrete, non le chiacchiere”.

Saranno finanziati solo i progetti delle prime 24 città presenti nella classifica stilata dall’ex governo. Campobasso è al 96esimo posto.

Almeno per ora insomma pare che non ci sia speranza di finanziamento nemmeno per gli unici due progetti esecutivi approvati dall’amministrazione: la pista ciclopedonale tra Fontana Vecchia a Selvapiana e gli orti botanici. Potrebbero essere finanziati con gli 800mila euro che dovranno essere inseriti in un nuovo decreto. Ma i tempi sull’iter di approvazione sono un’incognita.

Nessuno sa quando verrà approvato, nemmeno il ‘povero’ parlamentare Antonio Federico, l’unico eletto dei pentastellati che si presenta a palazzo San Giorgio per il consiglio comunale straordinario di oggi, dedicato proprio al ‘disastro’ causato dal Milleproproghe. Non c’è la collega di Montecitorio, l’onorevole Rosa Alba Testamento, né ci sono i senatori Fabrizio Ortis e Luigi Di Marzio. “Ieri i lavori in Senato sono finiti tardi e loro non hanno fatto in tempo a rientrare a Campobasso”, la giustificazione di Federico.

Al suo fianco c’è invece la parlamentare di Leu Giusy Occhionero che si unisce alla voce dei sindaci che parlano di “una scelta scellerata del governo”. L’Anci  ha deciso di rompere i rapporti con Roma.

Antonio Battista Comune Campobasso

Per i primi cittadini quello che è successo è un tradimento. Ed è molto arrabbiato pure il sindaco di Campobasso Antonio Battista: “L’atteggiamento del governo mette in crisi il rapporto con il territorio”, tuona. “Noi non riusciamo più a capire chi comanda in Italia, perché gli impegni assunti dal governo (dal premier Giuseppe Conte con i sindaci dell’Anci, ndr) non vengono rispettati. Dov’è il rapporto di lealtà tra due istituzioni?”. Il primo cittadino chiede una presa di responsabilità soprattutto da parte di chi a Roma rappresenta il Molise dopo le Politiche dello scorso marzo.

“A mio avviso e ad avviso del Governo, non è compromesso nulla”, dice Federico provando a placare i malumori in Aula. “Si è deciso di salvare i progetti esecutivi presentati entro il 15 settembre” e a suo dire riceveranno i fondi i due progetti esecutivi presentati dal Comune di Campobasso. “Con il Bando Periferie, innanzitutto abbiamo garantito da subito i finanziamenti ai primi 24 progetti classificati e nel prossimo triennio finanzieremo anche tutti gli altri progetti in fase avanzata (esecutiva), inserendo una norma ad hoc nel prossimo provvedimento utile. Infine, nei 60 giorni successivi all’approvazione del decreto Milleproroghe avvieremo un monitoraggio per valutare i progetti che ancora non sono in fase avanzata. In questo modo i comuni torneranno a vedere la luce”.

Il parlamentare campobassano ribadisce la ripresa del dialogo tra Comuni e Governo in Conferenza Unificata anche perchè “il premier Giuseppe Conte vuole inserire nel primo decreto utile (successivo alla conversione del Milleproroghe) una norma che di fatto conceda ai Comuni di recuperare la realizzabilità dei progetti già in fase avanzata”.

A rafforzare le sue parole sono gli interventi dei consiglieri comunali Gravina, Cretella e Praitano. Ma non basta. Anzi, in Aula sono scintille, complice il clima da campagna elettorale. Francesco Pilone (primo firmatario della seduta monotematica) alza i toni della discussione definisce il Movimento 5 Stelle “irresponsabile”, di “voler finanziare con i fondi per le periferie il reddito di cittadinanza” e di fare solo “demagogia e qualunquismo”.

Comune Campobasso coalizione civica e transfughi

Dal Pd arriva la sponda di Giovanna Viola: “Qualche giorno fa il ministro Lezzi ha dichiarato che il Sud ha bisogno di soldi per ripartire. E poi il governo decide di tagliare proprio alle città del Sud i soldi per le periferie”.

Alla fine della discussione centrodestra e centrosinistra approvano l’ordine del giorno proposto da Pilone e firmato da altri 15 consiglieri per impegnare “il sindaco e la giunta a perseguire tutte le strade possibili per la difesa dei fondi previsti e assegnati alla città di Campobasso secondo la convenzione sottoscritta a Roma in merito al Bando per le periferie”.

Gli esponenti di M5S preferiscono non votare ed escono dall’Aula. Un gesto che suscita le proteste dei consiglieri di centrodestra e centro sinistra: “Questa è scorrettezza istituzionale, antidemocraticità”.

Movimento 5 Stelle Comune Campobasso

La batosta assestata dal governo gialloverde al Molise suscita reazioni anche in Consiglio regionale. Per Micaela Fanelli (Pd) con l’approvazione definitiva del Milleproproghe sono diventati “carta straccia i provvedimenti della Regione Molise sul bando periferie e sui vaccini”. La segretaria dimissionaria dem parla di “uno scippo ai Comuni italiani, un pericoloso ritorno al passato sui vaccini, due schiaffi dolorosi e non privi di conseguenze per la Regione Molise”.

La Fanelli lancia la controffensiva: “Non ci arrenderemo, non permetteremo di condurre l’Italia e il Molise verso il baratro dell’incompetenza e dell’irragionevolezza”. E accusa “una classe politica che oggi, alla prova dei fatti e non delle promesse, inizia a mostrare il proprio volto del cambiamento in peggio”.

Critico anche il consigliere regionale dei Popolari Antonio Tedeschi: “I parlamentari del Movimento 5 Stelle hanno voltato le spalle ai molisani”.