‘Superare lo stigma’, progetto di autonomia per due diversamente abili impiegati in biblioteca

Il lavoro, strumento d’eccellenza per superare i pregiudizi sulla ‘diversità’. Questo l’obiettivo di Comune di Termoli e Pro Loco che hanno voluto attuare politiche di integrazione rivolte a soggetti diversamente abili, con azioni di sviluppo e potenziamento dell’autonomia e di inclusione sociale quali strumenti educativi, formativi, riabilitativi, mirati all’inserimento nella società e all’auto-realizzazione sociale. La Giunta Comunale, con la delibera n. 180 del 25 luglio, a tal fine ha approvato la proposta progettuale della Pro Loco di Termoli che prevedeva l’inserimento di due persone diversamente abili presso l’ente, per 20 ore settimanali, per dieci mesi, con impegno a garantire formazione di base e da destinare al Servizio Turismo, Sport e Cultura.

Il progetto di volontariato sociale proposto dalla Pro Loco, sviluppato interamente dal presidente Luciano Calignano e con la collaborazione del Consigliere di maggioranza Michele Barile, prevede nello specifico l’impiego dei due persone diversamente abili nella Biblioteca Comunale “G. Perrotta” di Termoli.

“Da ieri, 10 settembre, le due persone sono già operative in biblioteca dove daranno il loro prezioso contributo alle attività culturali, insieme ai dipendenti comunali e ai tirocinanti”, affermano dal Comune.