Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Autobus stracolmi, studenti ammassati o lasciati a piedi. Ressa alla fermata, col rischio di essere investiti

Immagini scioccanti alla fermata di via Cuoco dove sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale. Protestano i genitori

Le immagini, è il caso di dirlo, parlano da sole. Arrivano da Campomarino e mostrano decine di studenti ammassati alla fermata dell’autobus di via Cuoco, pronti a sgomitare per salire il prima possibile sul bus Atm che li porta a scuola a Termoli. Perché? Semplice, non c’è posto per tutti e si rischia di rimanere senza posto a sedere, ammassati come bestiame su mezzi vecchi e in pessime condizioni. O, peggio ancora, lasciati a piedi dall’incolpevole autista di turno. E non è solo un disagio di Campomarino, perché sono tanti i paesi in cui si segnalano casi simili, da Santa Croce di Magliano a Ururi.

studenti-fermata-bus-137082

Ma a Campomarino il caso è eclatante, tanto che nella mattinata di mercoledì 19 settembre sono intervenuti gli Agenti della Polizia Municipale che hanno eseguito delle verifiche. Gli uomini guidati dal comandante Raffaele Intrevado hanno cercato di capire se esistano le reali condizioni di sicurezza alla fermata autobus.

Al momento, da quanto emerge da immagini arrivate alla redazione di Primonumero, la situazione appare molto pericolosa. Decine di studenti attendono l’arrivo del pullman al mattino ed essendo così tanti, non riescono a stare tutti sul marciapiede. Così qualcuno aspetta in strada e ieri mattina si è seriamente rischiato l’investimento di diversi adolescenti, come mostra il video qui proposto.

Ma non basta. Alcuni ragazzi raccontano di gomitate prese per salire sull’autobus, di spintoni per avere un posto a sedere e di studenti lasciati alla fermata perché il mezzo era troppo pieno. “Paghiamo un servizio, lo dovete garantire. Organizzatevi” hanno intimato alcune mamme all’autista del bus ieri mattina.

Stamane non è andata meglio. I ragazzi meno fortunati sono stati invitati a scendere e qualcuno ha optato per un altro autobus arrivato poco dopo o un terzo pullman che come si vede dalle immagini era molto poco rassicurante. “Ed è un mezzo che ferma anche a Campomarino lido” ha raccontato un papà. “In questo modo chi lo prende entra in classe in grande ritardo”.

Sempre secondo questa testimonianza “è capitato che anche 15 o 20 ragazzi rimanessero a piedi”. Insomma un pessimo inizio di anno scolastico, tanto che i genitori, dopo essere stati costretti ad accompagnarli in auto in qualche caso fin davanti all’ingresso delle rispettive scuole, stanno pensando a soluzioni alternative. “Affitteremo un autobus privato, costerà qualcosa in più ma saremo sicuri. Porterà i ragazzi davanti alle scuole e li andrà a riprendere lì”.

Come detto il disagio è grande anche a Santa Croce di Magliano, dove i pendolari che vanno a scuola a Termoli sono costretti a viaggiare ammassati. L’autobus messo a disposizione non è sufficiente a contenere tutti gli studenti, molti dei quali fanno il tragitto in piedi, in maniera scomoda oltre che pericolosa. La richiesta è di un altro mezzo in aggiunta oppure di un pullman a due piani. Anche perché il rischio è dietro l’angolo.