Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Stadio agibile, campionato salvo. Maio: “Fatti tutti i lavori di adeguamento”

Nessun rischio per il campionato calcistico: lo stadio "Nuovo Romagnoli" è risultato agibile per quasi 4mila posti. "L'assessore Maio (Lavori pubblici): "Fatti tutti i lavori di adeguamento e presentate anche le certificazioni mancanti". Domani, intanto, la sfida Lupi-Francavilla

Lo stadio Nuovo Romagnoli è agibile: lo ha certificato la commissione provinciale dei Pubblici spettacoli che proprio stamattina, sabato 22 settembre, ha preso atto che “tutti i lavori di adeguamento dell’impianto sportivo di contrada Selvapiana sono stati effettuati confermando l’agibilità fino al 30 giugno 2019”.

 

La notizia è arrivata nel corso di una conferenza stampa indetta dall’assessore comunale ai Lavori pubblici Pietro Maio e dal direttore generale della SS Città di Campobasso Filippo Polcino.

Dunque nessun rischio che saltino le partite fino alla fine del campionato.

L’agibilità c’è per 3934 posti “di cui 2306 nella Curva nord (quella dedicata a Michele Scorrano), 923 all’anello superiore della tribuna coperta e altri 655 per la Curva sud (tifosi ospiti). Altri 50 posti agibili nella tribuna coperta per disabili”.

stadio selvapiana

Prima di arrivare a questa decisione la Commissione provinciale ha acquisito le certificazioni mancanti sia dal Comune che dalla società calcistica riservandosi di fare verifiche e controlli ulteriori anche nel corso del campionato “soprattutto se dovessero emergere situazioni di pericolo o di rischio” ha aggiunto Maio il quale si è detto “molto soddisfatto della decisione che non metterà più in discussione la stagione sportiva”. L’assessore, nell’augurare un grande in bocca al lupo alla squadra locale, ha voluto anche ringraziare la commissione provinciale “per l’attenzione riservata in questa circostanza e la nuova società sportiva con la quale stiamo lavorando bene e in perfetta sintonia”.

Restrizioni – precedentemente stabilite – ci saranno comunque per i tifosi ospiti, ma solo per motivi di pubblica sicurezza alla luce degli scontri post partita avvenuti l’anno scorso: la prefettura di Campobasso ha deciso di mettere a disposizione solo 100 biglietti per i tifosi del Francavilla, formazione avversaria dei rossoblu.

 

Domani, intanto, sarà la seconda giornata di campionato anche se tira già aria di esami di maturità per le tre formazioni molisane impegnate nel campionato di serie D.

Domani 23 settembre sono attese da tre sfide di fuoco: il Campobasso, Isernia e l’Olympia Agnonese. Quest’ultima è l’unica che giocherà lontano dal pubblico amico. I granata viaggeranno alla volta di Forlì (a causa dell’indisponibilità dello stadio di Cesena) per scendere in campo contro il blasonato club, considerato una delle squadre favorite per la vittoria del torneo. Impegno ostico in casa anche per l’Isernia che allo stadio Le Piane ospita la Sangiustese, l’undici marchigiano che sette giorni fa ha sonoramente battuto il Campobasso calcio. Infine sono chiamati alla gara del riscatto i Lupi di mister Bruno Mandragora che ancora non riescono ad azzerare la penalizzazione di 2 punti in classifica dopo il ko di domenica scorsa a Monte San Giusto. Per la prima in casa mister Mandragora dovrà probabilmente rinunciare all’attaccante polacco Branicki fermato da un infortunio.

Si gioca alle 15 e i tifosi rossoblù che hanno sottoscritto l’abbonamento potranno presentarsi allo stadio con la ricevuta rilasciata dalla società al momento del versamento della quota in attesa che siano pronte le tessere vere e proprie, disponibili fra qualche giorno come comunicato dal club.