Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Sbaglia corsa e dà di matto durante il viaggio. Carabinieri costretti a fermare il treno

E' accaduto poco dopo la partenza del convoglio dalla stazione di Isernia. Il 22enne nigeriano è stato denunciato alla magistratura per interruzione di pubblico servizio. Un indiano di 35 anni invece è stato trovato riverso a terra lungo la strada. Aveva alzato il gomito e si era addormentato. E' stato soccorso da una pattuglia del 112

Si è attaccato alla bottiglia e non ha più smesso. Una notte da leoni a colpi di alcol e bagordi fino al crollo fisico, avvenuto per strada, senza dare più segni di vita. Colpa della sbornia e dell’abbiocco che ha preso il sopravvento.

Ma i carabinieri di Isernia che già all’alba erano impegnati in una perlustrazione della città a bordo dell’autoradio quando hanno visto il 35enne di origini indiane riverso a terra lungo via Maiorino in un primo momento hanno pensato al peggio.

Quella sagoma, immobile, senza segni vitali aveva lasciato presagire il peggio. Poi, la voce insistente dei carabinieri che chiamava il 35enne, lo ha svegliato. Ancora intontito, ha ammesso ai militari che aveva esagerato con gli alcolici e che si era addormentato per strada.

Il 35enne è stato comunque soccorso e accompagnato alla stazione ferroviaria, da dove ha poi preso un treno per Venafro.

Sempre ieri mattina, presso lo scalo ferroviario di Isernia, un 22enne nigeriano che era salito sul treno diretto a Campobasso, quando si è accorto che non era il convoglio che doveva prendere ha iniziato a dare in escandescenze.

Correndo verso il macchinista ha minacciato sia l’operatore alla guida che il capotreno perché fermassero immediatamente il treno. Spaventati dall’eventuale reazione che l’uomo avrebbe potuto avere rispetto ad un diniego il capotreno ha allertato i carabinieri. Quindi il convoglio si è fermato poco dopo e ad aspettare l’immigrato sulla banchi dopo aver fermato il 22enne lo hanno portato in caserma. Il giovane non aveva biglietto ma era in regola col permesso di soggiorno. Quindi, è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio e violenza privata. Il treno dopo aver ritardato per circa mezz’ora è poi ripartito alla volta di Campobasso.