Rally del Molise, 45 iscritti: ecco tutti gli sfidanti di Giuseppe Testa

Più informazioni su

Giuseppe Testa ci ritrova ma la lista degli avversari che proveranno a strappargli il titolo è lunga e ricca di nomi che promettono spettacolo. Diffuso da poche ore l’elenco iscritti del 23esimo Rally del Molise,  in programma questo fine settimana, organizzato da Prosevent su mandato di Aci Campobasso.

C’è grande soddisfazione, nello staff organizzativo, per aver visto superato il plateau di adesioni dello scorso anno, peraltro con una notevole qualità, tra i 45 iscritti, di “nomi” e vetture. L’evento, oltre che ad una forte impronta sportiva, è pensato in modo convinto come importante traino per l’immagine del territorio e per la ricaduta economica nel comparto turistico, proprio derivante dai partecipanti e dagli appassionati ed addetti ai lavori al seguito. Infatti, il Rally del Molise è inserito in un protocollo triennale siglato tra Aci e Regione Molise, iniziativa che prevede anche lo Slalom Città di Campobasso, un intervento finanziato con le risorse FSC 2014-2020 del Patto per lo Sviluppo della Regione Molise.

Sette le vetture di categoria R5, le “regine” dei rallies nazionali, quattro le “Super 1600”, poi vetture Super 2000, di classe R4, che saranno tutte portate in gara da grandi interpreti. Grande attesa, ovviamente, per vedere di nuovo all’opera l’idolo locale, il giovane Giuseppe Testa, “figlio d’arte” nonché ex campione Italiano Junior nel 2016. In coppia con il sammarinese Massimo Bizzocchi, su una Ford Fiesta R5, andrà alla ricerca del bis di allori dopo quello dello scorso anno, dopo una stagione non troppo fortunata nel tricolore rally.

A contrastarne il passo ci sarà il forte laziale Andrea Minchella, con una Skoda Fabia R5 e con la stessa vettura si presenterà al via il romagnolo Gianluca Casadei, deciso a riscattarsi dopo la delusione per il ritiro dello scorso luglio al Rally Alto Appennino Bolognese.  Performance altisonanti si aspettano poi dal veloce siciliano Alfonso di Benedetto, con una più datata Peugeot 207 S200, con la quale promette comunque duelli sul filo dei decimi di secondo ponendosi ovviamente tra i favoriti al successo.

Attenzione anche alle prestazioni di Fabrizio Luzzi e Jasmine Manfredi, anche loro con una Skoda Fabia R5,  e con loro anche Maurizio Mirabile (Skoda Fabia R5), Giuseppe Simone (Skoda Fabia R5) e Jacopo Civelli (Skoda Fabia R5). Nicola Pagnozzi proverà a stare in scia dei migliori con la sua Mitsubishi Lancer Evo IX preparata in gruppo R e certamente fa notizia il ritorno del napoletano Fabio Gianfico, grande protagonista dei rallies tricolori di poco tempo fa, al via con una Renault Clio S1600.

Rispetto all’anno scorso sono rimaste invariate la Prova Spettacolo del sabato sera, 29 settembre, in città a Campobasso (Km.1,990), prevista nella serata (ore 20,38), quest’anno proposta con la formula del duello tra due concorrenti (come accade adesso nelle prove di Campionato Italiano), e la celebre prova di “Busso” (Km. 6,200) da ripetere tre volte, mentre verranno sostituite le prove di Casalciprano e Civitanova del Sannio, entrambe per frane presenti sui percorsi.

Le altre prove saranno la “Bosco Macere” (Km. 10,150, per tre volte), nella Valle del Tammaro, e la “Castelpetroso” (Km. 7.450, per due volte), in provincia di Isernia, conferma dell’interesse ad abbracciare quanto più possibile il territorio molisano.

In totale, gli impegni competitivi saranno nove, per un totale di 65,940 chilometri sui 280,120 dell’intero tracciato. La cerimonia di partenza è prevista alle 19,30 di sabato 29 settembre a Campobasso, in Corso Vittorio Emanuele II, poi i concorrenti andranno a sfidarsi sulla “piesse” spettacolo, prima di entrare nel riordinamento notturno. L’indomani, domenica 30 settembre, il primo concorrente  ne uscirà alle 7,00 e da lì si assisterà al confronto vero e proprio su un percorso estremamente tecnico quanto esaltante, intervallato da tre riordinamenti ed altrettanti service area a Selvapiana. L’arrivo, sempre a Campobasso, in Corso Vittorio Emanuele II, sarà a partire dalle ore 18,30.

Più informazioni su