Porta a Porta, appalto assegnato alla Giuliani. Il nuovo servizio partirà a gennaio

Sarà la Giuliani Environment srl a gestire per i prossimi sette anni il servizio di raccolta differenziata porta a porta dell’Unione dei Comuni. Prima in graduatoria, la ditta campobassana partirà con il nuovo servizio a gennaio 2019 se non ci sarà ricorsi.

Con un punteggio complessivo di 88,396/100, con una offerta pari a euro 23.322.194,70 iva esclusa, con un ribasso d’asta dello 0,123% sul prezzo di partenza del bando di gara, la Giuliani Environment Srl di Campobasso si è aggiudicata la gara d’appalto relativa al servizio di raccolta differenziata porta a porta dell’Unione dei Comuni del Basso Biferno.  

L’appalto, della durata di sette anni, è stato aggiudicato in via provvisoria lo scorso 28 aprile e reso definitivo solo il 19 settembre. Quattro le aziende che risposero al bando di gara: la Dhi di Nardi Holding industriale Spa universo nave di Pastorino (Ce); la Rieco spa di Cepagatti (Pe); l’Ati composta dalla Diodoro Ecologico srl (capogruppo) di Roseto degli Abruzzi (Te) e Global Service Coop Sociale (mandante) di Montorio al Vomero (Te).

Giuliani porta a porta

Il nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta riguarderà nove dei dieci comuni facente parte dell’Unione dei Comuni: Campomarino, Larino, Ururi, Portocannone, Petacciato, Montenero di Bisaccia, Guglionesi, Montecilfone e San Giacomo degli Schiavoni che hanno sottoscritto un bando unico di gara da oltre 23 milioni di euro. Il decimo comune, San Martino in Pensilis, un po’ a sorpresa decise, all’epoca della sottoscrizione del nuovo bando, di uscire dalla gestione associata e di intraprendere in solitaria la gestione del servizio.

La Giuliani dovrebbe fare il suo esordio tra le strade dei comuni basso molisani nel gennaio del 2019. Il condizionale è legato alla possibilità che le ditte uscite perdenti dalla gara d’appalto possano inoltrare un ricorso. Queste, infatti, hanno trenta giorni di tempo, dalla data di comunicazione dell’atto ufficiale di aggiudicazione della gara, per inoltrare un possibile ricorso al Tar Molise. “Se non ci saranno ricorsi – dichiara Raffaele Primiani, presidente dell’Unione dei Comuni – il nuovo servizio partirà nei primi giorni del nuovo anno”.

mastelli unione

In questo arco di tempo, la Giuliani Environment Srl terrà “degli incontri informativi con i cittadini dei comuni interessati – spiega Primiani – nei quali illustrerà i termini del nuovo servizio e darà disposizioni su come differenziare correttamente il rifiuto”. Inoltre, in questi mesi la nuova ditta provvederà a cambiare i mastelli in dotazione delle famiglie. Mentre la raccolta sarà effettuata sia con i mezzi di proprietà dei comuni, dove possibile, sia con quelli che metterà a disposizione la Giuliani.