Nuoto, bici, corsa: il lungomare diventa campo di gara del triathlon sprint

Già più di duecento iscritti, una spinta in più per il turismo fuori dal periodo canonico di piena estate, uno spettacolo garantito. La prima edizione della gara di Triathlon Spint “Città di Termoli” si presenta con gli ingredienti giusti. L’evento in programma domenica 9 settembre sul lungomare nord di Termoli è stato presentato questa mattina in conferenza stampa in Comune. Presenti, oltre agli organizzatori, il delegato del Comune Michele Macchiagodena e il consigliere comunale Antonio Giuditta.

“Questa iniziativa ha un’ottima collocazione temporale e ne evidenzia l’importanza che merita, sottolineo l’importanza che i privati hanno nel sostenere eventi come questo” ha detto Macchiagodena.

“Il cartellone estivo quest’anno è stato ricco di eventi sportivi – le parole di Antonio Giuditta -. Il triathlon è uno sport che raccoglie non solo tanti partecipanti, ma anche un bel pubblico”. Al presidente della società organizzatrice Termoli Triathlon, Filippo Mancini, il compito di illustrare i dettagli. “La scelta di settembre è voluta per portare in città persone che non la conoscono, per spalmare il turismo. A ieri sera abbiamo superato i 200 iscritti”.

Presentazione triathlon

Quindi il percorso. “Si comincia con 750 metri a nuoto dal lido Le Dune al lido Aloha”. Nel parcheggio di questo stabilimento ci sarà l’area cambio, dove gli atleti prenderanno le bici e percorreranno 20 chilometri in due giri fino al villaggio Airone a Termoli nord e ritorno. Quindi il finale di corsa per 5 chilometri, dall’Aloha alla rotonda del trabucco, all’incrocio con via del Mare, anche lì per due volte”. Partenza prevista alle 12 e per circa due ore quel tratto di strada sarà chiuso al traffico. “Ci saranno percorsi alternativi, di certo non vogliamo dare fastidio ai residenti”.

Mancini non ha nascosto il grande impegno e un obiettivo ambizioso. “L’anno prossimo voglio realizzare qui la gara sulla distanza olimpica, mentre quella di domenica prossima sarà versione sprint”. Garantita la presenza dei migliori triathleti professionisti del centrosud. Fra i favoriti molisani si segnalano “Maria Pia Manes fra le donne e Stefano Ronchetti fra gli uomini”. Con la speranza del presidente di “convincere il termolese Jonathan Ciavattella a iscriversi”.

Ci sarà anche una troupe Sky che realizzerà un servizio poi in onda sabato 22 settembre alle 21 sul canale 879. “Da noi non c’è molta cultura di triathlon – ha commentato Bruno Irace, già protagonista della gara “Ironman” e al via domenica prossima -. Ma è una disciplina che racchiude molte sfaccettature. Segnalo in questo caso la grande importanza del cambio, occorrerà fare tutto velocemente”. A fine gara premiazioni e pasta party. “Panino con la porchetta per gli atleti, cous cous e frutta per tutti” ha annunciato Mancini che ha poi donato due medaglie al Comune e all’Avis che sostiene la manifestazione.