L’ufficio Europa cerca due tirocinanti per 6 mesi, c’è tempo fino al 5 ottobre

L’Ufficio Europa ricerca due profili, uno economico ed uno amministrativo con retribuzione mensile di 400-500 euro. Domande entro e non oltre il 5 ottobre.

Il Comune di Termoli partecipa al bando Unrra indetto dal Ministero dell’Interno per finanziare programmi socio assistenziali in favore di soggetti in forte svantaggio economico. La progettualità, sviluppatasi dopo la Seconda Guerra Mondiale, è dedicata a persone in emergenza abitativa che si trovano a non avere una fissa dimora. A spiegarlo è il vice sindaco Maricetta Chimisso durante la conferenza stampa di mercoledì 26 settembre: “Sarà un autunno dedicato a tirocini e borse lavoro destinate a persone in precarie condizioni economiche, siano essi giovani o meno, con una particolare attenzione a soggetti laureati. La finalità è quella di far sentire tutti parte della società”.

All’interno del bando è prevista una sezione destinata a soggetti laureati senza occupazione per i quali è previsto l’inserimento, tramite tirocinio, presso l’Ufficio Europa del Comune di Termoli, attivo dal 2015: “Rientra tutto nella strategia 2020 – spiega Angela Costantini che si occupa di progettazione – Ogni anno l’Europa fissa degli obiettivi, della durata di un settennio, dedicati a vari settori. Per raggiungerli si devono intercettare i fondi europei. È in questo settore che noi operiamo”. Si tratta di tirocini extracurriculari della durata di 6 mesi, prorogabili per altri sei e fino ad un massimo di un anno, con un’indennità corrisposta di circa 400-500 euro al mese. La candidatura si potrà presentare entro e non oltre il 5 ottobre.

Nel dettaglio si ricercano un profilo amministrativo ed uno economico: “Rispetto alle comuni borse lavoro – ha specificato la Chimisso – Questo progetto definisce profili più professionali in possesso di laurea”. Tra i requisiti per accedere alla graduatoria, infatti, è previsto il titolo di laurea triennale di primo livello o quadriennale del vecchio ordinamento, oltre alla residenza nella Regione Molise, allo status di disoccupazione di lunga durata oltre i 12 mesi e senza limite di età.

L’amministrazione non intende fermarsi qui in quanto le politiche dedicate alle emergenze abitative meritano una particolare attenzione. Le misure messe in campo in questo settore sono destinate a persone “senza fissa dimora che viene accompagnata, ascoltata ed aiutata nei loro ambienti – ha specificato l’assistente sociale Maria Concetta Paolitto – A loro viene fornito anche il cibo presso la sede di Piazza Olimpia ed i pasti vengono consegnati anche nelle case o alla stazione”.

Tali incentivi hanno l’obiettivo di agevolare la realizzazione di esperienze formative e professionali che siano in grado di rafforzare i livelli di esperienza, ampliando le loro opportunità d’inserimento lavorativo, con una attenzione maggiore verso i laureati senza lavoro e le persone over 40 e 50 che si trovano in una situazione di disoccupazione di ritorno, ovvero tutti coloro che prima erano occupati ed ora non lo sono più. Per ulteriori informazioni e per scaricare il modulo di partecipazione si può visitare il sito.