Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Lavoro, Uil Molise: “Più ammortizzatori sociali in attesa della ripresa produttiva”

I dati sulla cassa integrazione, riferiti allo scorso mese di agosto, si avvicinano sempre di più a quelli degli anni pre-crisi. Il monitoraggio, condotto dalla Uil nazionale, è stato effettuato in un periodo feriale dove è quasi fisiologica una diminuzione delle richieste della cassa integrazione. Al contempo, però, aumentano le ore autorizzate della cassa integrazione straordinaria e “ciò manifesta la perdurante crisi di alcune aziende e territori.” I primi 8 mesi dell’anno, registrano complessivamente una richiesta di ore di cassa integrazione non lontana da quelle del 2008, in progressiva diminuzione dal 2010. Dati che continuano a scontare l’assenza delle richieste che giungono al Fondo di Integrazione Salariale (FIS), di cui ancora l’Inps non fornisce i numeri.

In Molise il periodo gennaio – agosto 2018, rispetto allo stesso arco temporale del 2017: “mostra un calo delle ore autorizzate di cassa integrazione estremamente alto, segnando un -57%. – evidenziano dalla Uil Molise – All’interno dello stesso dato, però, riscontriamo una marcata differenza tra le due province. Difatti, mentre in quella di Campobasso la diminuzione delle ore di cassa ammonta al 72%, in quella di Isernia siamo ancora dinanzi ad un incremento delle ore, con un aumento del 23,7% di quest’anno, rispetto ai primi otto mesi del 2017”.

Per questi motivi la Uil molisana chiede al: “Governo centrale di tenere ben saldo il sistema degli ammortizzatori sociali implementandolo in un’ottica di sviluppo”. Nel frattempo in Molise bisogna: “sbloccare la vicenda della Cassa integrazione per gli ex Ittierre superando i rimpalli fra Regione e Inps, ragionare sul prolungamento degli ammortizzatori sociali ai lavoratori ex Gam in attesa che la filiera avicola riparta davvero, monitorare la situazione complessiva dell’utilizzo di queste prestazioni di salvaguardia del reddito e di accompagnamento della riconversione delle produzioni industriali.”