Interferenze: La Città Invisibile presenta un film sul caporalato che anticipa il festival

È stata disvelata la prima novità del festival del cinema sociale ‘Interferenze’: la quattro giorni cinematografica sarà anticipata da un’ulteriore iniziativa. Lunedì 8 ottobre, nei locali della parrocchia il Sacro Cuore a Termoli, sarà proiettato il film ‘The Harvest’, prima dunque dell’inizio del festival vero e proprio, che si terrà dal 15 al 18 ottobre a nella sala del cinema Sant’Antonio.

 

Si tratta di un film sul nuovo caporalato in Italia. L’incontro e il dibattito saranno a cura del gruppo de ‘La città invisibile’, che entra a far parte da quest’anno della rete di associazioni e servizi che organizzano la manifestazione. Con loro “avremo modo di conoscere meglio il fenomeno dello sfruttamento lavorativo in Italia e di capire da vicino quali sono conseguenze della tratta degli esseri umani anche nei nostri territori – spiegano gli organizzatori -.Migliaia di lavoratori stranieri sostengono oggi la più famosa eccellenza italiana: la produzione agroalimentare. The Harvest racconta la loro condizione di quotidiano sfruttamento”.

The Harvest è un docu-musical da non perdere perché unisce il linguaggio del documentario alle coreografie delle danze punjabi, raccontando l’umiliazione dei lavoratori sfruttati dai datori di lavoro e dai caporali. “Due storie che si intrecciano nel corso di una giornata, dalle prime ore di luce in cui inizia il lavoro in campagna alla preghiera serale presso il tempio della comunità. Un duro lavoro di semina, fatto giorno dopo giorno, il cui meritato raccolto, tra permessi di soggiorno da rinnovare e buste paga fasulle, sembra essere ancora lontano”.

 

La partecipazione all’evento è gratuita, così come per tutto il festival.