Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Il rudere di via Elba non esiste più. Macerie e paesaggio spettrale, in attesa della ricostruzione foto

Dopo una settimana di lavoro lo scheletro di cemento in contrada Mucchietti è stato completamente demolito

È bastata una settimana di lavoro per cancellare un obbrobrio durato un ventennio. Il rudere di via Elba, costruzione iniziata e mai terminata, non esiste più. Lo scheletro di cemento che era diventato immagine comune per chi si trovava a passare in contrada Mucchietti, sulla strada che dall’ospedale San Timoteo conduce su via Corsica o verso il parco, è stato completamente demolito nell’arco di pochi giorni.

Gli operai della Gentile Costruzioni di Montenero stanno lavorando a velocità sostenuta, come dimostrano le foto scattate poche ore fa. Di quella struttura di cemento non esistono adesso che macerie, raggruppate in vari cumuli da smaltire nel giro di qualche giorno. Un lavoro non da poco, eseguito con un escavatore e un braccio meccanico che ha fatto a pezzi cemento e ferraglia.

Cantiere via Elba

Il paesaggio ha assunto all’interno del cantiere un’aria spettrale, come fosse appena accaduto un evento eccezionale tale da far crollare lo stabile. Nel frattempo gli operai non sono rimasti a guardare e hanno spianato l’area che dovrà ospitare la nuova struttura nata dal project financing da 4 milioni di euro vinto dalla stessa Gentile Costruzioni e dalla Distra, l’azienda che gestirà il supermercato pensato al pian terreno della futura costruzione.

Al primo piano invece sorgerà un auditorium con 150 posti a sedere e la sede per venti associazioni locali. Tutto intorno parcheggi, aree verdi e percorsi pedonali. La riqualificazione di quel tratto di contrada Mucchietti è solo all’inizio.