Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Guerra nella Lega sull’entrata di Marone. Romagnuolo minaccia di togliere appoggio a Mazzuto

Più informazioni su

Aida Romagnuolo, al centro del caso sulla foto con Romano Prodi scattata a Mattinata in un giorno in cui la consigliera si era data per malata e non aveva partecipato al Consiglio, spara a zero contro il consigliere comunale Michele Marone e Luigi Mazzuto, “reo” di aver favorito l’ingresso nel partito, in qualità di coordinatore regionale, di un politico che Romagnuolo ha definito “riciclato e “trombato”.

 

La consigliera, rilasciando dichiarazioni ad alcuni giornali, ha criticato duramente l’atteggiamento della Lega molisana e messo sotto accusa l’assessore Luigi Mazzuto, al quale minaccia ora di togliere appoggio in Giunta. Replica con toni più pacati ma non meno “battaglieri” Michele Marone, che in merito “alle affermazioni violente e del tutto gratuite rivolte alla mia persona da parte della consigliera regionale Aida Romagnolo” fa sapere che preferisce non cadere nella provoczione di una risposta dello steso tenore. “Non rispondo e ciò sia perché non mi appartengono e sia perché, viceversa, ne dovrà eventualmente rispondere lei stessa in altra sede”.

 

Marone aggiunge che “dispiace che in un momento così difficile per il Paese e per la nostra Regione si debba assistere a diatribe personali assolutamente sterili e fini a se stesse che, in quanto tali, risultano tutt’altro che edificanti per il Movimento Salviniano. Viceversa, mi auguro che l’azione politica di tutti i rappresentanti politici ed istituzionali della Lega nel Molise sia finalizzata a far crescere il Movimento nella nostra Regione, così come hanno fatto e continuano a fare il nostro coordinatore regionale Luigi Mazzuto, nonché la consigliera regionale Filomena Calenda e tutti gli altri quadri e funzionari di partito in carica”.

Più informazioni su