Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Fermato gommone con 1700 chili di marijuana, arrestati i due scafisti albanesi foto

Operazione tra Molise e Puglia con i reparti aeronavali della finanza. Fermato gommone con 1700 chili di marijuana. Scafisti tentano la fuga ma vengono bloccati dalle Fiamme Gialle di Termoli e portati in carcere

Al termine di un inseguimento in mare, la Guardia di Finanza al largo del Gargano ha sequestrato un potente gommone che stava trasportando verso le coste italiane una tonnellata e 700 chili di marijuana. Un quantitativo di droga enorme, che sul mercato clandestino e illegale degli stupefacenti avrebbe fruttato oltre 15 milioni di euro. All’alba di sabato 15 settembre i due scafisti albanesi sono stati arrestati per detenzione e traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

 

Una operazione messa a segno dai reparti aeronavali e territoriali di Puglia, Molise e Abruzzo. Le unità navali hanno individuato al largo del lago di Lesina, provincia di Foggia, un gommone carico di involucri incellophanati, del tipo che di solito contengono marijuana proveniente dalle acque internazionali. Un sospetto in realtà confermato in pieno poco dopo, quando I finanzieri hanno raggiunto il natante intimandogli l’alt. I conducenti non hanno eseguito l’ordine e hanno provato a fuggire liberandosi di una parte del carico e gettandolo il mare. Era marijuana, appunto.

 

Dopo un inseguimento le motovedette del reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Termoli sono però riuscite ad abbordare il gommone a largo di Cala del Principe a San Nicandro garganico. Sull’imbarcazione decine e decine di pacchi di marijuana. Il gommone lungo 10 metri dotato di due potenti motori fuoribordo è stato portato nel porto di Vieste.

 

I due scafisti, entrambi albanesi, sono stati arrestati per detenzione e traffico internazionale di droga e sono a disposizione dell’autorità giudiziaria. Complessivamente sono 1718 i chili di marijuana sequestrati, suddivisi in 104 colli di varie dimensioni.

Un’operazione che conferma l’efficacia del dispositivo di presidio marittimo messo in atto dalla Guardia di Finanza come Polizia del mare, per contrastare i traffici illeciti che si dirigono sulle coste nazionali e dell’Unione europea. Dall’inizio del 2018 sono state sequestrate belle 15 imbarcazioni, oltre 16 tonnellate di marijuana e 37 sono gli scafisti arrestati dalla guardia di finanza in puglia.

A supporto dell’operazione, hanno partecipato anche i mezzi aeronavali impegnati nell’operazione “THEMIS 2018” dell’Agenzia Frontex coordinata, a livello nazionale, dall’lnternational Coordination Centre (I.C.C.), istituito presso il Comando Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Pratica di Mare.