Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Casa di riposo sovraffollata, anziani abbandonati: ispezioni dei Nas e diffide del Comune. Samnium rischia la chiusura

A seguito di ispezioni la casa di riposo Samnium di Vinchiaturo è risultata sovraffollata rispetto al numero di posto letto autorizzati e ora rischia la chiusura. L'indagine dei Nas di Campobasso è alle battute finali.

E’ autorizzata per 50 posti letto ma quando i carabinieri hanno fatto le ispezioni gli anziani ospitati nella casa di riposo Samnium di Vinchiaturo erano molti di più. E non tutti si trovavano alloggiati nella struttura di via Pascoli, alcuni erano fuori dalla residenza, in appartamenti privati.

C’è una indagine della Procura di Campobasso, affidata ai militari del Nas, che sta per concludersi proprio in questi giorni. L’inchiesta punta a fare luce su una situazione poco trasparente che vedrebbe le persone più deboli, spesso anche malate, sistemate in modo inadeguato nei locali dell’ospizio. 

Sabato scorso, 8 settembre, sono scaduti i 40 giorni di tempo che l’amministrazione cittadina, guidata da Luigi Valente, aveva concesso alla famiglia Colamaio, proprietaria dell’ex albergo riconvertito in ospizio, per rimettersi a posto con le irregolarità riscontrate. In particolare per la questione del sovraffollamento. Durante i controlli, l’ultimo c’è stato il 26 giugno, i carabinieri hanno trovato nella casa 60 anziani (10 in più rispetto al numero massimo consentito) e altri 5 in locali esterni alla Samnium.

Se dalle nuove ispezioni che ci saranno questa settimana gli ospiti in più non dovessero essere fuori dalla residenza, l’autorizzazione potrebbe essere sospesa o, addirittura, revocata.

samnium vinchiaturo

Un problema di non poco conto per le famiglie di questi anziani, molti dei quali non autosufficienti, costretti a trovare in poco tempo una nuova sistemazione. La rabbia è comprensibile: queste persone pagano una retta e vorrebbero capire perché i titolari si sono fatti carico di 15 ospiti in più pur sapendo che la loro autorizzazione non glielo permetteva.

Ma non è tutto: gli uomini del Nucleo antisofisticazione di Campobasso stanno anche verificando che il personale alle dipendenze dei fratelli Colamaio sia in regola con gli obblighi contributivi e previdenziali. Inoltre, e questo è un altro problema per la casa di riposo, bisogna capire se gli spazi a disposizione degli ospiti sono realmente a norma. Un’ala dell’ex hotel, infatti, non rispetterebbe i requisiti strutturali nonostante vi siano già alloggiate delle persone. I controlli puntano a chiarire anche questo aspetto.

La situazione, insomma, non è esattamente cristallina. Qualcuno ha già portato via dalla Samnium il proprio parente . E non è da escludere che il sollecito stia arrivando proprio dagli stessi titolari per i 15 ospiti in esubero.

C’è, infine, una lettera di denuncia che trova riscontro in altre testimonianze in cui si parla di “anziani abbandonati a loro stessi trovati più volte a vagare per il paese o dentro i bar senza alcuna assistenza o accompagnamento”. Alcuni baristi di Vinchiaturo si sarebbero lamentati della presenza di questi anziani che, a causa dei loro problemi di salute, hanno provocato qualche disagio di carattere igienico nei locali pubblici. A quanto riferiscono, gli stessi frequenterebbero un po’ troppo spesso i bar per essere ospiti di una una casa che si presenta sul loro sito internet come un posto “in cui gli anziani stanno benissimo, sono in compagnia, possono contare su tanti servizi e assistenza sanitaria 24 ore al giorno”.

L’indagine è alle battute finali, nelle prossime ore potrebbero emergere novità importanti per la “Samnium” di Vinchiaturo.