Quantcast

Consiglio lampo su bilancio e debiti. E Sciandra escluso dal Pd cambia posto

Il consiglio comunale più veloce della storia amministrativa di Angelo Sbrocca in qualità di sindaco si è tenuto questo pomeriggio, mercoledì 26 settembre, in sala consiliare come di consueto. Unica nota particolare l’ufficializzazione della nomina a nuovo capogruppo del Partito Democratico di Oscar Scurti, dopo la defenestrazione di Antonio Sciandra, in rotta con la maggioranza, ma ancora parte integrante di essa.

L’esponente democratico molto vicino alle posizioni di Laura Venittelli ha per altro rimarcato questo cambiamento spostandosi di qualche posto nell’aula consiliare, ma senza mutare atteggiamento. A tutti i provvedimenti discussi in sua presenza ha infatti votato allo stesso modo degli altri esponenti della maggioranza.

Discussioni filate veloci come non mai per la quasi totale mancanza di interventi della minoranza, mentre dalla maggioranza nessuno ha chiesto la parola. Sono stati approvati dopo le illustrazioni dell’assessore Vincenzo Ferrazzano il bilancio consolidato per l’anno 2017, la variazione d’urgenza del bilancio di previsione dell’anno 2018 e il riconoscimento della legittimità di debiti fuori bilancio per oltre 415 mila euro dopo una sentenza passata in giudicato su un ricorso degli eredi Di Siena.

In pochi minuti sono diventati con votazione a maggioranza anche l’acquisizione da parte del patrimonio comunale della strada di via Saverio Cannarsa, concessa gratuitamente al Comune dagli eredi della famiglia Ferro, a capo del pastificio “La Molisana” e  il recesso dall’associazione ‘Cittàslow – Rete internazionale delle città del buon vivere’ che era stata decisa nel 2014.