Cimino (Corecom) dalla parte dei terremotati: “Agevolazioni per gli utenti colpiti dalla calamità”

Il componente del Corecom – il comitato regionale per le comunicazioni – Vincenzo Cimino scrive al presidente dell’ente Andrea Latessa ed al dirigente Angela Aufiero per difendere le popolazioni colpite dal recente sciame sismico dello scorso mese. Nello specifico la richiesta prevede l’inserimento dell’argomento ‘Tutela utenti in caso di calamità’ nel prossimo ordine del giorno all’interno dell’imminente seduta. Gli interventi riguardano la possibilità di sospendere le fatture dei servizi di telefonia, prevedendo  agevolazioni, anche tariffarie, in favore degli utenti interessati dal terremoto.

“Sono numerose le delibere targate Agcom in questo senso – osserva Cimino – E più volte la stessa è intervenuta in questo senso nella zona dell’Italia centrale”. L’accorato appello prevede l’interazione con il Governatore Donato Toma, la giunta regionale e le amministrazioni locali del cratere sismico per chiedere all’Agcom – l’autorità per le garanzie nelle comunicazioni – di adottare alcune misure tra cui la sospensione automatica ed obbligatoria dei pagamenti delle fatture dei contratti per servizi di comunicazione elettronica di rete fissa per gli utenti danneggiati dal sisma del 14 e 16 agosto 2018.

Di recente proprio la direzione tutela dei consumatori dell’autorità si è mossa in questo senso, in particolare dopo il crollo del ponte Morandi a Genova, chiedendo una conta dei danni occorsi alla propria rete in seguito alla sciagura. Un provvedimento che lascia aperta la stessa possibilità anche alle popolazioni molisane colpite dal sisma “per ridare loro pari dignità”, come precisa Cimino.