Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Cacche e cicche per terra, pugno duro del Comune: multe per gli incivili

Chi verrà sorpreso a non raccogliere gli escrementi del proprio cane sarà sanzionato con multe che vanno dai 25 ai 50 euro. Cifre che aumentano per chi abbandona i mozziconi o li lancia dal bancone di casa: in questo caso si rischia fino a mille euro. 

Ora rischiano multe salate i proprietari dei cani che non raccoglieranno gli escrementi da strade e marciapiedi. Si trovano dappertutto, nelle vie dei quartieri più periferici ma pure in quelle più centrali.  Ma possono incappare in multe pure i fumatori che gettano le cicche per terra. Il Comune inasprisce i controlli e ‘arruola’ vigili urbani e guardie ecologiche per reprimere i comportamenti degli incivili. Saranno elevate multe, pure salate.

Un provvedimento atteso in città dove bisogna tenere gli occhi bene aperti quando si cammina per evitare di pestare i ‘bisognini’ degli animali. E spesso e volentieri, anche sui social, i cittadini non hanno nascosto la loro ira per le condizioni indecenti in cui versano alcune zone del capoluogo che assomigliano quasi a toilette a cielo aperto, nonostante la presenza degli appositi contenitori in cui versare le bustine con le deiezioni canine o posacenere ad hoc.

“All’interno del regolamento in materia di tutela ambientale, abbiamo inserito una serie di norme per tutelare il decoro urbano. Inoltre, abbandonare gli escrementi dei cani e i mozziconi di sigaretta sono illeciti amministrativi”, ha spiegato l’assessora alle Politiche sociali Alessandra Salvatore che questa mattina – 28 settembre – ha illustrato le ultime novità con il collega Francesco De Bernardo.

De Bernardo e Salvatore Comune Campobasso

Saranno dunque messe in campo una serie di azioni di contrasto che si aggiungono alle campagne di sensibilizzazione organizzate dal Comune: “l’amministrazione ha deciso di reclutare le guardie ecologiche per supportare l’azione dei vigili urbani per vigilare sulle condotte legate alla tutela degli animali. Realizzeremo un’attività di prevenzione e repressione“.

Chi verrà sorpreso a non raccogliere gli escrementi del proprio cane sarà sanzionato con multe che vanno dai 25 ai 50 euro. Cifre che aumentano per chi abbandona i mozziconi o li lancia dal bancone di casa: in questo caso si rischia fino a mille euro. 

Si partirà con due settimane di ‘prova’, o meglio di “moral suasion” come l’ha definita la Salvatore. Poi si passerà alla sanzione.

“Da lunedì – ha aggiunto l’assessore De Bernardo – la polizia locale, che già svolge innumerevoli compiti con grossi sacrifici, sarà affiancata dalle guardie ecologiche che saranno individuabili grazie alle loro divise”.

Si rischia di incappare in sanzioni già se si è sprovvisti della paletta e dell’attrezzatura per rimuovere le deiezioni canine da strade e marciapiedi. Dunque, la chiosa finale dei due esponenti della giunta comunale, “nessuno avrà più un alibi”. La tolleranza sarà zero. E forse finalmente anche Campobasso riuscirà ad avere un aspetto migliore e più civile.