Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Bando periferie e ‘scippo’ delle risorse, Consiglio straordinario. Ci sarà pure Federico (M5S)

Nonostante le rassicurazioni, un po’ tutte le amministrazioni si preparano a far fronte ad un’eventuale conferma del taglio alle risorse. Campobasso rischia di perdere 18 milioni di euro e Isernia circa undici. Venerdì in aula anche il parlamentare molisano pentastellato Antonio Federico

La soluzione che la scorsa settimana è emersa dall’incontro tra il presidente dell’Anci e una delegazione di Sindaci italiani con il Presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte, in merito all’ormai noto bando per le periferie, è quella di inserire nel primo decreto utile “una norma che di fatto dia la possibilità di recuperare la realizzabilità dei progetti già in fase avanzata”.

“In sostanza – ha aggiunto il premier -, questo garantirà un’agevole prosecuzione dei progetti già esecutivi, fondamentali per mettere le amministrazioni comunali nelle condizioni di garantire ai cittadini servizi e investimenti, offrendo le risorse necessarie sulla base del reale stato di avanzamento dei progetti”.

Ma i 96 sindaci italiani interessati dal progetto, tra cui anche quelli di Campobasso e Isernia, temono che il “furto” (come è stato definito anche da Antonio Decaro) invece resti.

Intanto un po’ tutte le amministrazioni si preparano a far fronte ad un’eventuale conferma del taglio alle risorse. Campobasso in sostanza rischia di perdere 18 milioni di euro e Isernia circa undici. Dell’argomento a Palazzo San Giorgio si parlerà in una seduta di consiglio comunale monotematica e straordinaria richiesta da undici consiglieri (primo firmatario Francesco Pilone) e convocata per venerdì 21 settembre. Tutte le forze politiche sono impegnate a lavorare per ottenere le risorse utili a sviluppare – nel caso specifico – zone importanti di Campobasso. Il Sindaco e la sua maggioranza, ma anche per esempio Francesco Pilone e la minoranza. Obiettivo: predisporre eventualmente un atto di indirizzoE all’assise civica sarà presente anche il parlamentare molisano pentastellato Antonio Federico.

Antonio Federico

“Il presidente del Consiglio si è impegnato entro una settimana, dieci giorni, a risolvere il problema creato dal blocco per i fondi per il bando periferie in Senato ad agosto, con un emendamento al Milleproroghe, così ci ha riferito il presidente Anci Decaro – ha spiegato il primo cittadino del capoluogo di regione, Antonio Battista -. Prendiamo dunque atto che c’è un impegno in questo senso ma aspettiamo di metterlo alla prova con i fatti. Se non si arriverà alla soluzione ci saranno prese di posizione importanti”. Una di queste l’ha annunciata lo stesso Decaro: “Noi sindaci non parteciperemo più ai lavori della conferenza unificata, dal cui esame passano tutti i provvedimenti” ha detto.  E il Comune di Campobasso è pronto a fare la sua parte.   

“Con il Milleproroghe – ha continuato Battista – sono stati cancellati 42mila posti di lavoro,  finanziamenti per 1,6 miliardi di euro. Soldi destinati ai cittadini più fragili, alle zone delle città in cui si concentra il disagio, alle periferie”.