Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Statale 16, spunta il semaforo con telecamera da Vasto a Petacciato: scoppia la polemica foto

Il nuovo impianto regola la svolta da nord verso il paese. Polemiche per la poca informazione, ma il sindaco: "L'Anas chiedeva più sicurezza"

Continuano le polemiche legate al semaforo di Petacciato marina lungo la statale 16 Adriatica. Nei giorni scorsi, quasi contestualmente alla pubblicazione dell’articolo di primonumero.it che riferiva della lettera della Prefetta Maria Guia Federico all’Anas per caldeggiare la realizzazione di una rotatoria, l’ente nazionale ha completato un intervento diverso, montando addirittura un nuovo semaforo che ha scatenato un critiche, proteste e discussioni.

Il nuovo semaforo, a completamento di quello attuale, regola il traffico per chi proviene da nord e gira a destra per recarsi verso Petacciato, dove in precedenza bastava dare precedenza. Un semaforo con tanto di telecamera, ergo è possibile che a breve fiocchino multe nei confronti di chi non rispetterà il rosso.

In tanti a Petacciato non hanno gradito, specie per la mancata informazione prima della messa in funzione del nuovo impianto. Alle critiche ha risposto via social il sindaco Roberto Di Pardo. “Sono anni che l’Anas, che autorizza l’impianto semaforico, scrive al Comune intimando di eseguire i lavori secondo le normative vigenti del codice della strada. Sono anni che non hanno mai avuto risposte.

A fine 2017 abbiamo ricevuto da parte dell’Anas sollecito rispetto alle precedenti note. Ci siamo attivati immediatamente incontrando i vertici regionali Anas per capire la tipologia di intervento richiesto e, una volta concordato il da farsi, si è proceduto alla messa in sicurezza”.

Le modifiche hanno portato a installare nuove luci a led con maggiore visibilità, pulsante chiamata per i pedoni, semaforo per chi da Vasto gira verso Petacciato, con l’intento di mettere in sicurezza i pedoni e telecamere ad infrarossi. “Certo – prosegue Di Pardo – che si poteva evitare il tanto criticato semaforo per chi svolta a destra tornando da Vasto, ma si dovevano evitare le strisce pedonali e non era il caso, visto che in tanti attraversano la statale per recarsi al mare”.

Va detto che, sebbene ritenuto necessario, il semaforo rallenta ancor di più la circolazione che durante le domeniche estive viene congestionata dal grande afflusso di vetture. Con la mancata possibilità di svoltare più velocemente verso destra, l’attesa sarà ancora più lunga.

“L’incontro con l’Anas – conclude il primo cittadino – è stata l’occasione per ragionare anche di un sovrappasso pedonale, di una rotonda o di una sopraelevata carrabile e pedonale. A tal proposito mi preme ringraziare il Prefetto di Campobasso che ha chiesto un incontro all’Anas per sollecitare l’inserimento di queste opere nel loro piano triennale di opere pubbliche”.