Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Rio Vivo al buio nella notte: blackout blocca il quartiere. Commercianti: “Abbiamo perso i clienti”

Il black out della notte a Rio Vivo ha mandato via centinaia di clienti che hanno lasciato le attività e le strutture perchè cenare e divertirsi era impossibile. Gravi disagi per i commercianti: "Abbiamo perso clienti e denaro"

Quasi una notte intera senza elettricità. É quello che è successo nella notte tra il 3 e il 4 agosto quando la corrente è saltata a Rio Vivo, particolarmente affollata tra turisti e cittadini nei lidi, nei ristoranti e nelle pizzeria della zona.

Proprio in occasione della festa di San Basso le attività ricettive del quartiere sud della città ospitavano serate, cene ed eventi con centinaia di presenti. Ma all’improvviso, intorno alle 22 di ieri sera, venerdì 3 agosto, la corrente è saltata: ristoranti, cucine, sale, pizzerie e lidi sono rimasti letteralmente al buio e si sono bloccati, in attesa di una riparazione e di notizie. La musica si è spenta, in cucina i cuochi hanno dovuto interrompere la preparazione dei piatti e i camerieri si sono fermati. I clienti hanno atteso affamati di ricevere le loro ordinazioni mentre i proprietari delle attività ricettive hanno tentato di capire dove fosse il guasto, se privato o generale. Ma il piazzale destinato al parcheggio, come anche l’intero quartiere era completamente al buio.

“Così abbiamo perso non solo le prenotazioni, ma pure tutto quello che avevamo nel frigorifero e nei congelatori – commentano alcuni dei ristoratori dopo l’interruzione elettrica – la corrente infatti non è tornata se non alle 3.40 di questa mattina quando tutto ormai era perduto e poi è andata via di nuovo dalle 7 alle 8″.

“E’ un grave danno per noi – aggiunge ancora una di loro – ieri era il 3 agosto, una delle giornate più belle e importanti per noi, oltre che lunghe visto che in tanti arrivano anche a prendere cornetto e cappuccino durante la notte. Ma i clienti non sono più venuti e li ho persi perchè qui non si vedeva nulla. Ho usato il mio cellulare – rivela ancora – per illuminare la strada ad alcuni clienti che hanno lasciato il mio ristorante”.

“Questa mattina – aggiunge una delle proprietarie delle strutture ricettive – le serrande per accedere nella sala e preparare i tavoli della colazione per gli ospiti dell’albergo non si aprivano, così abbiamo dovuto preparare i tavoli all’esterno e i clienti hanno dovuto attendere per il caffè”.

Un black out che ha inevitabilmente fatto saltare le serate e perciò anche gli introiti dei commercianti e dei balneatori. “Speriamo – rivelano ancora facendo una analisi del problema – che non sia dipeso dalle giostre e dalla grande quantità di elettricità che richiedono perchè se così fosse bisogna risolvere il problema, non possiamo rischiare di nuovo di rimanere bloccati in questo modo, noi perdiamo denaro e questo è il nostro lavoro”.