Poche nascite e giovani in fuga, Campobasso si spopola e invecchia

Una città sempre più vuota e triste, priva di gran parte delle sue migliori energie perchè tanti ragazzi vanno via e con un ospedale che non offre tante prestazioni sanitarie perchè non è più un presidio di secondo livello. Campobasso è in declino. Ma quella che è una percezione ora viene suffragata dai dati che emergono nel Documento unico di programmazione: ci sono meno nascite e la popolazione invecchia.

Una situazione certificata dalle cifre riportate dall’Ansa che registra un saldo naturale di -146 (485 morti e 339 nati) su 49.262 residenti, 25.618 donne e 23.644 uomini. Inoltre, il numero medio dei componenti dei nuclei familiari è 2,34.

Nel capoluogo ci sono pochi bambini. Infatti, la fascia di età più rappresentata è quella che da 30 a 64 anni, 23.791 (48,2%), la più bassa (1.702 pari al 3,4%) quella da zero a quattro anni. Nel 2017 il capoluogo ha fatto registrare un decremento della popolazione residente di 667 unità rispetto al precedente anno (49.929). Dati che confermano un trend negativo: l’attesa inversione di tendenza insomma non c’è stata.