Quantcast

Palio di San Nicola, la vittoria a Santa Margherita. E poi l’invito:”Manteniamo vive le tradizioni” foto

Con una mira precisa e perfetta il cavaliere Franco De Masi, storico protagonista della Giostra agli Anelli, ha consegnato alla contrada di Santa Margherita il palio di San Nicola nella 24esima edizione della manifestazione storica.

Palio

Un vero e proprio duello con la contrada Macchie rappresentata dal cavaliere Marco Moretti fino all’ultimo anello, ma alla fine delle fasi tra i sei rappresentanti a cavallo a spuntarla è stato il più anziano e anche il più esperto e longevo dei cavalieri anche grazie al punteggio ottenuto durante i giochi mediavali che si sono svolti martedì 7 agosto.

Dopo Santa Margherita e contrada Macchie quindi a seguire Fontenuova e poi Calvario, Borgo, Morgette nella classifica della gara a cui hanno partecipato come spettatori tanti guglionesani e tanti curiosi.

Prima dell’arrivo in viale Margherita, le contrade hanno sfilato per le vie del paese con i costumi storici accompagnati dai tamburi e dallo spettacolo degli sbandiatori di Lucera. A sfilare anche i cavalieri di Termoli, insieme ad una rappresentanza di Sant’Elia, Colletorto, Torremaggiore. A chiudere il lungo corteo, come da tradizione, i sei cavalieri in sella ai cavalli.

Poi il momento più atteso, più entusiasmante e carico di adrenalina: la giostra, ovvero la sfida per centrare tutti gli anelli, da quello con il diametro minore a quello maggiore. Al vincitore in regalo un piatto dipinto a mano realizzato dai detenuti del carcere di Larino.

Paliovincitore

E dopo il momento storico e quello della gara, il ritorno alla chiesa di San Nicola per la benedizione di don Gianfranco Lalli e la consegna ai partecipanti di un piccolo attestato di partecipazione. Uno anche al neo sindaco di Guglionesi Mario Bellotti con la richiesta di “continuare a portare avanti le tradizioni attraverso la partecipazione dei giovani ai quali bisogna offrire opportunità di lavoro per farli restare qui“, le parole del presidente Tonino Pace che ha concluso con un augurio e un invito: ” ci vediamo il prossimo anno per l’edizione numero 25“.

Paliosindaco