Lotta alla contraffazione: operazione a tappeto sul litorale, multe e sequestri foto

Battuti a tappeto lidi, spiagge, stazioni e strade da decine di esponenti delle forze dell'ordine, che hanno lavorato in sinergia. Sequestrati ben 1200 fra capi di abbigliamento e accessori e 431 giocattoli

Lotta alla contraffazione e all’abusivismo nel commercio sul litorale molisano, interessato questa mattina da un massiccio intervento delle forze dell’ordine che hanno lavorato in sinergia sotto il coordinamento del Commissariato di via Cina e del dirigente di polizia Vincenzo Sullo.

Anche in Molise scatta l’iniziativa predisposta dal Ministero dell’Interno e affidata ai questori. L’Action Day di oggi, 2 agosto, ha coinvolto Termoli e Campomarino, dove le spiagge – come è noto da sempre – registrano una nutrita presenza di venditori ambulanti.

L’attività ha visto impegnati oltre al commissariato di polizia di Termoli, anche la squadra mobile della Questura di Campobasso, La stradale, la polizia ferroviaria, i carabinieri, la guardia di finanza, la capitaneria di porto e le polizie municipali sia di Termoli che di Campomarino.

 

Battuti a tappeto non soltanto le spiagge e lidi balneari, ma anche le principali arterie della costa, compreso il casello autostradale. Controllati anche stazione e terminal bus. 50 le persone controllate dal massiccio spiegamento di esponenti delle forze dell’ordine, 31 italiani e 19 stranieri. 4 le sanzioni amministrative e 10 sequestri amministrativi di merce non contraffatta, prodotti elettronico informatici. Sequestrati ben 1200 fra capi di abbigliamento e accessori e 431 giocattoli.

 

L’iniziativa rientra a livello nazionale nella lotta alla illegalità nel periodo estivo, e vede tra gli obiettivi quello di disincentivare il mercato illegale dei prodotti contraffatti e dell’abusivismo commerciale.

Il prefetto di Campobasso ha aderito all’iniziativa nazionale e anche in Molise oggi è scattato il primo Action Day. Un gesto che dimostra attenzione verso il contrasto all’illegalità nel commercio. Le forze dell’ordine sono state impegnate nella maxi-operazione per diverse ore.