Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

La statua di Perrotta fa una gaffe sul greco, allo scritto in bronzo manca una lettera

Sull'incipit dell'Iliade riportato nel libro con cui il grecista è stato raffigurato manca un delta

L’incipit dell’Iliade, “Cantami o Diva, l’ira funesta del Pelide Achille” riportato sul libro in bronzo stretto sulla mano di Gennaro Perrotta nella statua appena inaugurata sul Corso ha un errore. Che solo chi ha guardato con occhio attento e soprattutto chi ha studiato il greco ha potuto notare.

Salta agli occhi, quando ci si avvicina al testo, che manca una lettera, il delta. E per capire bisogna andare a leggere il terzo rigo, dove si riporta la scritta Peleiaeo. Qui, prima delle due lettere finali manca una consonante greca. E così il Peleiadeo Achille, ovvero il Pelide in quanto discendente di Peleo, diventa sulla statua del grecista termolese realizzata dallo scultore Vanni Macchiagodena, il Peleiaeo.

Proprio Gennaro Perrotta, lo studioso della letteratura greca e tra i più apprezzati del panorama classico anche adesso, lui che della letteratura greca aveva fatto un lavoro ma prima di tutto una passione, si ritrova con in mano un libro che riporta un errore nel testo greco per eccellenza, quello che gli studenti del liceo classico imparano a memoria non solo per il suo contenuto ma anche per la metrica, ovvero il ritmo di lettura nato proprio con i greci.

Una gaffe di cui nessuno si era accorto al momento dell’inaugurazione, ma che molti cittadini hanno notato e segnalato nelle ore successive. Può darsi si sia trattato di un errore di trascrizione al momento delle rifiniture della scultura, ma adesso la palla passa al Comune: correggere l’errore, anche mettendo mano alla statua, pare il modo migliore per rendere omaggio al grecista.