Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Il San Sebastiano estivo, in centro la rievocazione storica in vernacolo foto

Anche quest’anno, come ormai da qualche anno a questa parte, si è tenuta la ormai nota manifestazione della rievocazione del canto del San Sebastiano. Una tradizione secolare che sancisce un forte legame di appartenenza alla città di Termoli. La prima edizione “estiva”  è stata eseguita il 14 agosto 2013 e da allora non si è mai più interrotta. Viene rievocata in un periodo diverso dalla sua naturale data “invernale”, il 19 gennaio, per dare l’opportunità a tutti quei termolesi che non vivono a Termoli, e tornati in città durante le vacanze estive, di apprezzare questa tradizione canora.

Eseguita magistralmente dal gruppo canoro dell’ associazione Culturale Terzomillennio viene ogni anno preparata e allestita con dovizia di particolari, curando tutta l’esecuzione della manifestazione, dai brani scelti, ai i vestiti scenici, al percorso itinerante, fino agli strumenti musicali. Anche ieri sera – domenica 12 agosto – le varie tappe dove veniva eseguito il canto sono state gremite di termolesi e turisti che hanno apprezzato con gioia questo momento.

rievocazione

Complimenti piovuti per tutti, cantori e musicisti, in particolare ha emozionato molto la potente e poderosa voce di Marco Cicchitti che ha infatti reso omaggio al vernacolo termolese con vari brani. Soddisfatto il presidente Giuseppe Bucci e tutto il direttivo con i soci.

Lo stesso Bucci ha ricordato come questa manifestazione è stata dedicata simbolicamente a un grande amico dell’Associazione, Antonio Russo detto Krusciov, infatti il gruppo canoro dell’associazione Terzomillennio si chiama “A struculatorje”, in onore di quello strumento arcaico da lui usato in tutte le manifestazioni canore.

“Un caloroso ringraziamento ai partecipanti – affermano dal direttivo – nonché agli amici del Sae 112 onlus e al suo presidente Matteo Gentile, per l’assistenza e il supporto prestato. Un ringraziamento anche alla Amministrazione Comunale, al sindaco e all’incaricato dell’Ufficio Cultura Michele Macchiagodena, da sempre sensibili alle rievocazioni storiche e alle manifestazioni folcloristiche”.

Prossimo appuntamento il 26 agosto, come da cartellone estivo, con la manifestazione “Jenne Menenn Candanne e Sunanne”. Sarà un’altra serata all’insegna del folclore tipicamente termolese in vernacolo.