Pittrice, scrittrice e scultrice: al Castello Svevo la mostra di Carla Cerbaso foto

L'artista agnonese Carla Cerbaso presenterà la sua personale mostra d'arte ed il suo libro rispettivamente all'interno del Castello e del Borgo Antico di Termoli. Un mix di arte, cultura, pittura e scultura in grado di far spaziare i visitatori e di catapultarli all'interno del suo mondo

Un viaggio all’interno della pittura, dell’arte e della poesia con la complicità del fascino del Borgo Antico. Si intitola ‘L’arte a 360 gradi’ il nuovo evento presentato nel corso di una conferenza stampa in Comune lunedì 13 agosto e che vede, come protagonista principale, Carla Cerbaso e le sue opere.  L’artista, originaria di Agnone, ha un ricco curriculum di premi, segnalazioni speciali, menzioni, mostre collettive ed estemporanee. Nel corso della sua carriera è riuscita ad essere annoverata in diversi cataloghi d’arte tra cui l’Élite 2017 introdotto dal professor Philippe Daverio.

La mostra si terrà all’interno del Castello Svevo di Termoli, una location che si “sposa perfettamente con le mie opere – ha sottolineato Cerbaso – Una pura arte che accoglierà altra arte”. La scelta artistica segue il filone, già avviato anni fa, dall’amministrazione comunale “sempre motivata ad accogliere in via definitiva le grandi opere del Premio Termoli – ha puntualizzato il delegato alla cultura Michele Macchiagodena – Il Castello è ormai sede stabile di esposizioni che, ciclicamente, vengono interrotte per dar spazio a mostre temporanee”.

Tanta pittura, ma non solo: sarà dato ampio spazio anche alla poesia ed alla scultura tramite l’arte che la Cerbaso è in grado di mettere in campo senza risparmiarsi perché, come lei stessa ammette, “è possibile dipingere la propria anima con le parole, raccontare con i colori e plasmare un sentimento con la silenziosa scultura”. L’artista ha al suo attivo anche un libro intitolato ‘Come le barche stanche della calma’ pubblicato da Tabula Fati. Il volume sarà presentato martedì 14 agosto a partire dalle 21 nell’area del Belvedere dei fotografi all’ingresso del Borgo Antico. Saranno presenti l’editore Marco Solfanelli e i relatori Franco Pasquale e Maria Gabriella Ciaffarini, che hanno scritto per la silloge presentazione e postfazione.

La Ciaffarini, in veste di critico d’arte, introdurrà la personale di pittura e scultura della Cerbaso allestita nel Castello, dal titolo ‘Complessa Armonia’ presentata lo scorso anno all’Aurum di Pescara e nella città di Agnone, con sfumature rinnovate da nuove opere, tra cui ‘Concerto’, opera realizzata per un cd uscito con il settimanale Vario ‘Contaminazioni Abruzzo in… musica’ con grandi nomi musicali e la presenza di Silvio Orlando. Sarà interessante spaziare tra queste arti: pittura, scultura e poesia, per conoscere l’artista attraverso differenti strumenti di comunicazione.

La mostra resterà al Castello per tutta la settimana e sarà visitabile dalle 21 alle 24 fino al 19 agosto.