Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Grandi pulizie al depuratore del porto, via la sporcizia che intasa l’impianto foto

La Crea sta rimuovendo grosse quantità di sporcizia derivanti dall’utilizzo dei pacchi lamellari: “Tutto normale, intervento che ogni tanto va fatto” fa sapere la ditta

Più informazioni su

Un braccio meccanico estrae sporcizia dal depuratore e le carica su un camion. Questa la scena notata in queste ore da molti cittadini e turisti al porto di Termoli, sul lato del muraglione che separa la banchina dall’impianto. Ma non c’è nessuna operazione destinata a cambiare l’utilizzo del depuratore, bensì una pulizia programmata dei biorulli.

Depuratore lavori

Quell’ammasso nero che il braccio meccanico ha tirato fuori per ore dal depuratore altro non è che residuo di lavorazione da parte dei pacchi lamellari, componenti che funzionano come dei filtri e che giocoforza trattengono sporcizia. Quei residui di scarico ogni tanto vanno eliminati ed è questo che la Crea sta facendo da stamane 29 agosto e presumibilmente anche domani.

Depuratore lavori

Il fatto che i mezzi meccanici siano in azione fuori dal depuratore, occupando una parte della carreggiata che conduce agli imbarchi per le isole Tremiti, è dovuto ai pochi spazi a disposizione all’interno dell’impianto, già al centro di forti polemiche e di un’inchiesta della Procura di Larino per il suo cattivo funzionamento e gli scarichi finiti in mare. Vista la presenza del furgone e del braccio meccanico, il traffico è stato regolato a senso alternato da due operai della Crea, senza che si siano registrati troppi disagi per la circolazione e per i pedoni.

Il depuratore che sorge sotto il Paese vecchio di Termoli resta uno dei problemi maggiori per la città, dato che è vetusto e inadeguato a smaltire i reflui dell’intera città. Anche durante quest’estate i cattivi odori provenienti dal depuratore hanno provocato fastidi e proteste sia da parte dei residenti che dei tanti turisti che frequentano il Borgo e la spiaggia. Si attende ancora, dopo innumerevoli rinvii, l’avvio del nuovo modulo del Sinarca che potrebbe alleviare parte del carico. Dal Comune assicurano che l’entrata in funzione sarebbe imminente, ma per il momento non ci sono conferme.

Più informazioni su