Quantcast

Bilancio operazione ‘mare sicuro’: decine di persone salvate, oltre 300 controlli e numerose sanzioni foto

Controlli, sanzioni, assistenza: sono numerosi gli interventi messi a segno dalla Guardia Costiera di Termoli per l’operazione ‘Mare sicuro’ che continuerà fino al 16 settembre.

Sono stati mesi di intensa occupazione per la Guardia Costiera di Termoli che, dall’inizio dell’estate, ha risposto senza risparmiarsi alle richieste di soccorso in acqua, nell’ambito dell’operazione ‘Mare sicuro’ iniziata il 16 giugno e che terminerà il 16 settembre. Fin dalle primissime ore di esercizio dell’attività di sicurezza balneare e di contrasto alle attività illecite, gli uomini del Compartimento Marittimo Molisano sono stati impegnati a pattugliare la costa ed il porto raggiungendo ed effettuando oltre 10 interventi di salvataggio in mare, traendo in salvo 28 persone in totale. Domenica 12 agosto, in particolare, il personale di servizio presso la Delegazione di Spiaggia delle Isole Tremiti, a bordo del battello GC B34, è stato impegnato in due complesse e delicate operazioni di soccorso, a favore di una che imbarcazione che imbarcava acqua e di un natante finito sugli scogli. In quest’occasione sono state messe al sicuro 15 persone.

L’ultimo episodio risale a ieri, 14 agosto, quando sono state messe a segno una serie di operazioni di salvataggio tra Termoli, Campomarino, Petacciato e le Isole Tremiti. Proprio nell’arcipelago gli uomini della Guardia Costiera di Termoli hanno messo in sicurezza decine di persone che si trovavano a bordo delle loro imbarcazione durante il violento nubifragio che si è abbattuto sulla costa. Particolare attenzione è stata dedicata ad una difficile operazione di trasbordo sull’Isola di San Nicola di alcuni diportisti, tra cui numerosi bambini, bloccati in mare aperto durante un’escursione sul traghetto. Chiamate di aiuto sono arrivate anche da Termoli dove moltissime imbarcazioni non riuscivano a rientrare in porto a causa del mare in burrasca. Prodigioso l’intervento della Guardia Costiera assieme ai Vigili del Fuoco che, grazie all’ausilio di un gommone e di una moto d’acqua, hanno effettuato i soccorsi necessari.

Occhi aperti non solo per prestare assistenza ai natanti, ma anche per effettuare controlli in materia ambientale, diportistica, demaniale e di sicurezza della navigazione e balneare: anche in quest’ambito sono stati eseguiti oltre 300 controlli per un totale di 50 infrazioni, sanzionate in via amministrativa, per un importo totale di 17mila 500 euro.

Nel corso dell’operazione ‘Mare sicuro’ rientra anche l’attività messa in campo sul demanio marittimo. Proprio quest’ultima ha consentito di restituire, alla libera fruizione, tratti di spiaggia che erano stati occupati abusivamente da privati attraverso attrezzature lasciate sull’arenile durante l’orario notturno. L’equipaggiamento rinvenuto è stato posto sotto sequestro. Un bilancio del tutto positivo che viene ulteriormente valorizzato dall’attività di polizia marittima nell’ambito della filiera della pesca, elevando dieci sanzioni per comportamenti contra legem, per un totale di 24mila 500 euro.

In un’ottica di prevenzione è importante richiamare alcune regole basilari, presenti nella foto allegata, per garantire la sicurezza di tutti i fruitori del mare, soprattutto a Ferragosto, il periodo di maggiore affluenza estiva. Si ricorda, che in caso di emergenza in mare è sempre attivo su tutto il territorio nazionale il ‘numero blu 1530’, un servizio gratuito per il cittadino, grazie al quale è possibile comunicare con il Comando delle Capitanerie più prossimo alla località da cui viene effettuata la chiamata di emergenza, anche se effettuata da telefonia mobile.