Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Barca si rovescia tra Termoli e le isole Tremiti: 5 ragazzi salvati dalla Capitaneria foto

Erano partiti in mattinata dal porto di Fossacesia per una gita alle Tremiti, quando il natante di 6 metri circa ha cominciato a imbarcare acqua fino a rovesciarsi. 5 giovani messi in salvo da un tempestivo intervento della Guardia Costiera di Termoli operativa sull'arcipelago pugliese

Hanno rischiato di affondare su una imbarcazione turistica che intorno alle 10 di questa mattina, domenica 12 agosto, ha iniziato a imbarcare acqua a circa 5 miglia dalle Isole Tremiti, durante una gita sull’arcipelago pugliese.

Sono stati però fortunatamente salvati tutti e cinque i giovani abruzzesi, partiti in mattinata dal porto di Fossacesia, in Abruzzo, grazie a un tempestivo intervento della Capitaneria di porto operativa sulle Isole Tremiti coordinata dal comandante Salvatore Pecorella.

La chiamata di soccorso è arrivata nella sala operativa intorno alle 10 e 30 e esattamente un’ora dopo il pericolo era stato completamente scongiurato e i ragazzi, tre maschi e due femmine, tutti residenti nella zona del basso Abruzzo, si trovavano al sicuro nel comando delle Tremiti.

Il gommone che stava perlustrando il mare per una consueta operazione di controllo è arrivato al punto segnalato, dove il natante di circa 6 metri cominciava pericolosamente a inclinarsi. Con il gruppo di giovani vacanzieri anche altri tre amici che si trovavano su una seconda imbarcazione, troppo piccola però per poterli ospitare tutti quanti.

Visibilmente spaventati – anche perché l’episodio si è verificato improvvisamente – i ragazzi sono stati trasportati con il gommone della Guardia Costiera (foto)  fino all’arcipelago, mentre un sommozzatore incaricato di effettuare le verifiche del caso si è recato nel tratto di mare teatro dalla disavventura per avviare una serie di accertamenti e cercare di ricostruire la dinamica dell’incidente.

L’imbarcazione si è infatti capovolta, e solo la velocità dell’intervento di soccorso ha evitato il peggio. Intanto le indagini della Guardia Costiera vanno avanti per capire con precisione cosa sia accaduto al natante e a cosa si debba lo squarcio nello scafo, che potrebbe essere la conseguenza di un urto contro un ostacolo non intuito subito.