Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Antigone, il nuovo film made in Molise. “Lavoreremo con gente del posto”

È in arrivo Antigone, una nuova pellicola cinematografica da girare in Molise. Il regista Carlo Benso e la sua troupe hanno già visitato alcuni siti regionali. "Siamo qui per valorizzare e promuovere il territorio"

A breve il Molise, con i suoi monumenti e paesaggi, diventerà il set cinematografico di Antigone, lungometraggio di Carlo Benso, autore e regista teatrale e cinematografico. Il film Antigone, che verrà prodotto dalla Movie Factory (società di produzione e distribuzione cinematografica divenuta nell’arco di vent’anni un punto di riferimento per il cinema indipendente di qualità), “è una trasposizione cinematografica della famosa tragedia greca di Sofocle. In questo caso – spiega il regista Carlo Benso – il linguaggio cinematografico si struttura con il contributo di altri linguaggi artistici quali: teatro, video art, pittura contemporanea, animazione e computer grafica componendo così un’opera complessa e articolata, sperimentale, ma di forte impatto visivo ed emotivo”.

Si tratta quindi di realizzare un film d’arte che, tramite il mito di Antigone, vuole raccontare una vicenda di bruciante attualità adatta ad un target vasto ed eterogeneo. La contemporaneità di Antigone viene commentata così: “il coraggio e la bellezza di una missione di lotta e insieme di tutela dei diritti fondamentali dell’uomo – continua Benso -, delle sue libertà e dei suoi valori più profondi; la riscoperta della solidarietà e la denuncia dell’incomunicabilità e dell’indifferenza attuale; la complessità della figura femminile in un contesto storico-politico-socio-culturale di violenza e sopraffazione”.

Venafro - Castello

La troupe del film è già stata in Molise dal 1 al 3 agosto scorso per visitare e conoscere i possibili set in cui girare le scene: Venafro, Isernia, Castel del Giudice, Pietrabbondante le prime località visitate. “Insieme all’associazione socio-culturale SM’ART! di Isernia presieduta da Antonio Pallotta, Movie Factory e lo staff operativo e creativo del progetto Antigone – illustra Benso – proveranno a coinvolgere il Molise a 360 gradi” ossia “non lavoreremo solo in Molise ma con il Molise e i molisani” al fine di realizzare “promo video del film, il cosiddetto teaser, usando location naturali regionali per riscoprirlo e promuoverlo virtuosamente; teaser che sarà proiettato in festival, eventi ad hoc, eventi speciali di cinema e arte in Italia e all’estero”. Inoltre ci saranno “laboratori con studenti e giovani per insegnare i mestieri del cinema con addetti ai lavori e artisti”, illustra il regista piemontese.

I molisani avranno un primo assaggio di Antigone il prossimo 3 ottobre a Isernia quando, nell’ambito della proiezione del film “Te Absolvo” al cinema Lumier, Benso e tutta la compagnia presenteranno il progetto cinematografico nella galleria d’arte di Gennaro Petrecca.

L’obiettivo, dunque, è anche quello di creare un “indotto economico e culturale per trasformare in set e in nuovi poli del cinema alcune sensazionali ma poco note location molisane, a cominciare da Isernia, Pietrabbondante, Venafro”. E ancora, il Catalogo d’arte e cinema Antigone “con backstage di lavorazione del film in cui promuovere turisticamente e culturalmente tutte le location che ci ospiteranno e le realtà private e pubbliche che in varia misura coopereranno al progetto”.

Teatro sannitico, pietrabbondante

Eventi, proiezioni, distribuzione correlati al film e che, “strettamente interrelati ai territori”, li valorizzino in ogni loro specificità, “da quella archeologica a quella enogastronomica, passando per ambiente, cultura, spettacolo, folklore, artigianato”. Affinché tutto ciò si realizzi c’è bisogno della collaborazione di enti culturali e istituzioni oltre che di sponsor che finanzino il progetto.

Attualmente oltre al patrocinio del museo Macro di Roma, diretto da Giorgio De Finis dove Antigone sarà ufficializzato da un evento per il Macro Asilo il 17 novembre prossimo, e da artisti come Corrado Delfini – di recente protagonista di importanti manifestazioni comunali ad Isernia – il progetto Antigone sta raccogliendo adesioni e collaborazioni di città italiane, enti internazionali a favore dei diritti umani e al contempo enti museali, fondazioni, amministrazioni, associazioni, accademie, impegnati per la valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e sociale.  “Abbiamo già incontrato l’assessore regionale alla cultura, Vincenzo Cotugno, che si è mostrato entusiasta del progetto. Così come abbiamo già avuto modo di spiegare e coinvolgere in Antigone diversi imprenditori locali sui quali, però – evidenzia Benso –, teniamo il massimo riserbo”.

Noi – conclude Benso – siamo convinti che l’opera possa essere non solo un volano di promozione turistica ma anche, e soprattutto, una opportunità lavorativa e economica per i molisani perché oltre alla Regione Molise ci avvarremo di una rete di patrocini e collaborazioni con le amministrazioni locali, con Molise Film Commission, con l’Università del Molise, con fondazioni culturali, musei, istituti di cultura, associazioni per i diritti umani, onlus, scuole, accademie, carceri e teatri”.