Al via la Sagra del pesce: tra cibi della tradizione, dj set e fuochi pirotecnici

Nell’estate termolese non può mancare la Sagra del pesce.

Il tradizionale appuntamento quest’anno si terrà stasera, 24 agosto, e sabato 25 agosto, a partire dalle ore 20 al porto di Termoli.

L’evento è a cura dell’associazione Aqua42 e prevede intrattenimento musicale con dj set al porto a partire dalle 20 e, al costo di 10 euro, un vassoio con diverse pietanze di pesce: gamberi in pastella, pasta con sugo di cicale e totani con piselli.

Per la serata di chiusura, quella del 25 agosto, invece sarà preparata la classica frittura venduta al costo di 5 euro a porzione e a mezzanotte ci saranno i consueti fuochi pirotecnici.

La sagra del pesce rientra nelle manifestazioni estive della tradizione di Termoli.

 

Ogni anno nel piazzale del porto venivano posizionate due grandi “sartagne”, ovvero delle padelle sistemate su dei mattoni refrattari che in passato servivano alla frittura del pesce. Oggi, invece, queste restano come simbolo della festa tradizionale, ma la frittura del pesce avviene in maniera più rapida e igienica in numerose friggitrici elettriche. Donne e uomini cucinano per centinaia di persone calamari, scampi e triglie, che le famiglie consumano sul posto, sistemandosi in dei banchi collocati per l’occasione.

 

“Da sempre la festività termolese richiama spettatori dell’hinterland ed anche da fuori regione, ma in particolar modo sono gli abitanti del posto a partecipare puntualmente alla manifestazione che rispecchia la tradizione culinaria e che si svolge in un luogo caro agli abitanti del luogo, richiamando alla memoria la storia dei marinai di Termoli”, commentano in una nota dal Comune.