Quantcast

Stadio di Selvapiana, lavori infiniti: la consegna a campionato iniziato

Mentre la città tirava un sospiro di sollievo per lo scampato pericolo di una mancata iscrizione al campionato di serie D, dal Comune di Campobasso è arrivata la brutta notizia che probabilmente guasterà un po’ gli umori – un po’ più ottimistici nelle ultime ore – dei tifosi. Con una determinazione dirigenziale del 26 luglio, Palazzo San Giorgio ha deciso di prorogare per altri 120 giorni la consegna dei lavori di manutenzione, potenziamento e adeguamento dello stadio di contrada Selvapiana, l’impianto in cui i rossoblù disputeranno le partite del prossimo torneo.

Un’opera finanziata con i famosi 800.000 euro stanziati anni fa dall’ex governo guidato da Michele Iorio. Tutto doveva essere completato entro il 30 giugno. Invece la nuova scadenza è stata fissata al 28 ottobre, ossia a campionato ampiamente iniziato. La FurSol, la società che ha vinto l’appalto, ha fatto sapere al Municipio di Campobasso che non sarebbe riuscita a completare l’intervento a causa “dell’approssimarsi della chiusura estiva da parte dei fornitori”. Il che non le avrebbe consentito di poter avere tutto il materiale necessario per completare i lavori dei proiettori led. Per fortuna l’intoppo non dovrebbe intralciare il prossimo campionato di serie D dei Lupi, ma sicuramente non sarà un buon biglietto da visita per la nuova eventuale società che potrebbe subentrare a Giulio Perrucci ed Aniello Aliberti.