Presentato il libro su Pertini, il presidente più amato dagli italiani

«Il Presidente Sandro Pertini torna a Termoli». Questo il titolo dell’iniziativa tenuta venerdì 20 al porto turistico di Termoli dal professor Enrico Cuccodoro, costituzionalista all’Università del Salento e coordinatore nazionale dell’Osservatorio Istituzionale per la libertà e la giustizia sociale “Sandro e Carla Pertini”. Un incontro in cui il docente, sollecitato dalle domande poste dall’avvocato Emilia Cibelli, ha rievocato attraverso episodi noti e meno noti la straordinaria figura del “Presidente più amato degli italiani”.

Come in un film, sono passati in rassegna alcuni dei viaggi in Italia e all’estero fatti da Pertini nel corso del suo settennato al Quirinale, attraverso i quali si è cementato il rapporto tra il popolo italiano e le sue istituzioni democratiche. “E non v’è dubbio – ha detto il professor Cuccodoro – che proprio con Pertini si è raggiunto il punto più alto di questo rapporto”.

Altri aspetti della personalità di Pertini messi a fuoco sono emersi ricordando lo speciale legame instaurato da Pertini con i giovani e i bambini, con il vignettista Pazienza (Paz), con don Tonino Bello, legami che spiegano quanto fossero diversi e, per certi aspetti imprevedibili gli interessi e le curiosità del presidente.

Gli episodi citati nel corso della riunione e molti altri sono ora raccolti in un libro, “Gli impertinenti” dello stesso Cuccodoro e altri.