Pioggia di fan per Carl Brave: la seconda serata del De GustiCous registra il pienone foto

Era nell’aria da giorni e alla fine si è verificato sul serio: l’esibizione di Carl Brave X Franco 126 alla seconda serata del festival “De GustiCous” si rivela un trionfo. Già dalle ore pomeridiane centinaia di giovanissimi fan erano in fila davanti ai cancelli nella speranza di accaparrarsi i posti migliori. Al momento dell’apertura dei cancelli è iniziata la caccia alle prime file proprio come accade nei grandi concerti: zaino in spalla e corsa forsennata verso il palco.

L’atmosfera si fa rovente prima ancora che il duo faccia capolino poco dopo le 22. Nell’attesa, come da programma, gli inviati del partner RDS hanno intrattenuto il pubblico regalando gadget e dialogando con gli spettatori delle prime file. Appena si spengono le luci arrivano sul palco gli artisti. Sono giovani ma tutti i ragazzi del pubblico conoscono a memoria le loro canzoni. Carl Brave, in arte Carlo Luigi Coraggio, ha all’attivo un disco con  Franco 126 (Polaroid) e uno da solista (Notti brave). Il repertorio è ancora esiguo ma i ragazzi sotto al palco sono ipnotizzati dalla loro musica. I pezzi celebri vengono suonati tutti, da “Fotografia” a “Chapeaux”, il duo è perfettamente collaudato e lo show prosegue con grande disinvoltura. Si vede che il palco piace ai due artisti, il loro rapporto col pubblico è diretto e confidenziale: probabilmente si lasciano prendere troppo la mano perdendo di tanto in tanto il controllo. Gli interventi fra una canzone e un’altra appaiono il più delle volte superflui. Canticchiare la canzone che si sta per suonare prima di eseguirla toglie allo spettatore la suspense che precede l’esecuzione vera e propria ma il duo sembra non interessarsi. Strizza l’occhio al pubblico, chiede costantemente aiuto come se non ricordasse per intero i testi delle canzoni. Ma i fan sono in delirio e collaborano meticolosamente con gli artisti sul palco.

Il concerto si protrae per quasi due ore: non male per un duo con soli due album all’attivo. Poco prima di mezzanotte Carl Brave saluta e ringrazia il pubblico termolese che abbandona il porto dirigendosi verso le proprie abitazioni.

La serata si rivela un successo come molti avevano auspicato. Il pubblico dimostra di avere maggiore affinità con le tematiche (peraltro belle) giovanili piuttosto che con le atmosfere intime regalate dai Morcheeba 24 ore prima.  Il duo ha tante potenzialità, i testi non sono mai banali e la musica è di ottima qualità. Stasera sarà la volta di Nek/Renga/Pezzali, l’affiatato trio reduce da un tour primaverile nei palazzetti di tutta Italia. Per tutti coloro che non hanno ancora acquistato il biglietto niente paura: basterà recarsi alla torretta di fronte l’ingresso del Borgo vecchio e comprare il proprio titolo di accesso. Una serata di dolce amarcord degli anni ’90 è in arrivo, si prevede un altro notevole flusso di spettatori, che la caccia alla prima fila abbia inizio anche oggi.