Quantcast

Picchiava e minacciava l’ex moglie: marito orco in manette

Più informazioni su

“Ti uccido, devi tornare con me”. Chissà quante volte ha sentito quelle parole pronunciate dall’uomo che aveva sposato alcuni anni fa. E che ora era diventato il suo aguzzino: la minacciava, la picchiava. Tanto che lei, una donna di Venafro, aveva iniziato a temere per la sua vita. Ogni mattina, quando si svegliava, era preoccupata di quello che sarebbe potuto avvenire incontrandolo. In questo grave stato di ansia, da mesi aveva paura di uscire di casa e finanche di andare al supermercato: di fronte avrebbe potuto ritrovarsi l’ex marito che aveva già denunciato per minacce e molestie. L’uomo, destinatario di un provvedimento di ammonimento, non si sarebbe potuto avvicinare a lei. Ma ormai aveva perso la testa e probabilmente aveva meditato la vendetta nei confronti della ex moglie che non voleva più saperne di lui, di quel ‘marito orco’.

L’ultima volta che si è avvicinato a lei per fortuna i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Venafro sono intervenuti prontamente e sventato quello che probabilmente si sarebbe potuto trasformare nell’ennesimo femminicidio. I carabinieri hanno bloccato lo stalker mentre stava picchiando la donna. Lo hanno portato in caserma e dopo le formalità di rito lo hanno arrestato. Infine, l’uomo è stato portato nel carcere di Isernia.

Dall’Arma l’appello alle vittime di violenza a denunciare: “I Carabinieri sono attenti e sensibili alle problematiche riconducibili ai reati di “stalking”, ponendo in essere sul territorio, costantemente, attività di istituto preventive finalizzate al contrasto di tali odiose condotte e sensibilizzando i cittadini a rivolgersi senza indugio all’Arma”.

Più informazioni su