Nuovi furti ed atti vandalici, residenti sul “piede di guerra”

Torna lo spettro della delinquenza a Campomarino. La tensione tra i residenti è tornata a salire in seguito ad una serie di atti vandalici accompagnati da alcuni furti, consumati nelle ultime ventiquattro ore. L’escalation di criminalità nella cittadina adriatica aumenta nel periodo estivo, diventando il mirino preferito dei balordi che agiscono approfittando della presenza di numerosi turisti, confondendosi tra la folla e colpendo alla luce del sole e riuscendo, nella maggior parte dei casi, a passare inosservati.

Gli ultimi episodi relativi ai furti sono avvenuti nella mattinata di domenica 8 luglio. Erano da poco passate le 10.30 quando alcuni ignoti hanno deciso di colpire approfittando dell’assenza dei proprietari, probabilmente impegnati in una passeggiata o ad assistere alla messa domenicale. Nel loro mirino sono finiti tre appartamenti, due ubicati nella stessa palazzina, l’ultimo un po’ più distante.

Dopo aver messo a soqquadro le abitazioni, alla ricerca di preziosi, i ladri hanno arraffato oro, soldi, televisori ed oggetti di valore. Il ricco bottino è stato portato via in breve tempo, senza che nessuno si accorgesse di nulla. Le indagini sono affidate ai Carabinieri della locale azione. Sarà compito loro risalire agli autori del furto e cercare di recuperare la merce.

La situazione non è passata inosservata ed il consigliere di minoranza Luigi Romano ha deciso di esprimere tutto il suo disappunto sul suo profilo facebook: «Probabilmente è gente che cammina tranquillamente tra noi? Immaginatevi lo sgomento di chi torna dal lavoro a casa e trova porta aperta e… Le telecamere? I controlli? Speriamo che si possa risalite agli autori. Se continua di questo passo dovremo rivedere anche noi cittadini un maggior controllo del nostro territorio».

Campomarino lido non è esente da atti vandalici, perpetrati nei confronti di un’auto parcheggiata. La macchina, una Lancia Ypsilon, è stata presa di mira da alcuni ignoti che ne hanno sfregiato la fiancata. La proprietaria se n’è accorta solo lunedì mattina quando recandosi verso la sua vettura, ha notato le righe sulla portiera. Sulla vicenda è intervenuto nuovamente Luigi Romano che punta il dito contro la “ragazzata” commessa: «Una nottata probabilmente di bagordi, alcol e chissà quanto altro ancora. Poi ci si annoia e che facciamo per divertirci? Sfregiamo una macchina a caso – commenta il consigliere – Probabilmente tu, balordo di turno che stai leggendo e sghignazzando con i tuoi amici, potresti lasciarci i tuoi denti e le tue mani su quella macchina. Te ne rendi conto?».

Più informazioni su