Movimento 5 Stelle occupa il Consiglio regionale: “Qui si lavora troppo poco e ignorano le nostre richieste”

Occupazione simboli dell'aula consiliare da parte dei grillini: "Inaccettabile lavorare solo poche ore ogni due settimane, gli argomenti urgenti da discutere sono tantissimi e la maggioranza ci ignora ogni volta".

 

Una serie di interpellanze, interrogazioni e mozioni aspettano di essere discusse e votate. Ma nel Consiglio regionale le sedute hanno durata breve e così l’elenco delle emergenze che meriterebbero attenzione – e perché no, una soluzione – da parte della classe politica molisana si allunga.

Per questa ragione il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle – alla fine dei lavori di oggi, 17 luglio – ha occupato simbolicamente l’aula consiliare. “La seduta si è aperta alle 11 e 30 ed è stata chiusa alle 15, nessuno lavora meno di 4 ore ogni due settimane” ha fatto notare il consigliere regionale Valerio Fontana. Soprattutto se intasca ogni mese fior di quattrini.

Eppure secondo Andrea Greco, Fabio De Chirico, Angelo Primiani, Patrizia Manzo, Vitorio Nola e ‘ il ragioniere’ Fontana un gesto forte era l’unica risposta possibile “all’indifferenza mostrata dalla maggioranza che anche oggi ha deciso di chiudere tutto e rinviare al 31 luglio nonostante siamo tantissimi i provvedimenti da dover affrontare”. “E non è neppure la prima volta che accade” come ha evidenziato Primiani definendo “intollerabile” l’atteggiamento di Toma & Co.

A far traboccare un vaso evidentemente già colmo la mozione sul trasporto pubblico locale che i grillini avrebbero voluto discutere dopo aver trattato la variazione al bilancio. Quella mozione non ha avuto alcun seguito “e resterà senza risposta almeno fino alla fine del mese quando spno stati fissati i lavori per la nuova seduta. Un atteggiamento assurdo e inaccettabile” ha attaccato Greco in un video dell’occupazione postato sulla sua pagina alle 15 per spiegare la valenza della loro azione.