Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Mare sicuro, controlli su tutto il litorale: multe salate per lidi, pescatori e diportisti

Sanzioni pesanti per chi non è in regola. Le barche che rispettano le norme invece ottengono il bollino blu

Multe pesanti, in qualche caso da diverse migliaia di euro, ai danni di lidi, pescatori e diportisti. La Capitaneria di porto prosegue l’operazione Mare sicuro 2018 e si conferma intransigente davanti al mancato rispetto delle norme.

 

Dopo i tre interventi di salvataggio eseguiti nelle scorse ore, per un totale di otto persone portate in salvo, il lavoro della Guardia Costiera come polizia marittima ha portato risultati anche nelle verifiche su tutto il litorale. Un conto particolarmente salato è stato presentato a due attività che non sono stati trovati in regola nel rispetto della ordinanza balneare. Per entrambi sanzioni amministrative pari a 3034 euro.

 

Pesanti sono state anche le sanzioni alla filiera della pesca. In questo caso specifico multe da 13mila euro e sei sanzioni complessive, oltre ad altrettanti sequestri. In materia ambientale si segnala un verbale da 600 euro, mentre un diportista si è beccato una multa da 594,30 euro. Infine cinque multe per mancato rispetto della sicurezza della navigazione. I responsabili dovranno pagare 860 euro.

 

L’operazione Mare Sicuro, coordinata della Direzione Marittima di Pescara, copre tutti i giorni della settimana, compresi sabato, domenica e festivi e andrà avanti fino al 16 settembre. Sono impiegati sul territorio di competenza 3 motovedette, 2 battelli pneumatici, oltre 80 uomini e 8 mezzi terrestri.

 

Inoltre la Capitaneria in questi ultimi tempi sta rilasciando ai diportisti il bollino blu: un adesivo da applicare sulla barca in modo che sia ben visibile. Viene rilasciato in caso di esito positivo del controllo, unitamente ad un attestato di verifica. Le barche provviste di bollino verranno considerate in regola per l’anno in corso e non saranno sottoposte a controlli analoghi.

 

La Capitaneria ricorda che in caso di emergenza in mare è sempre attivo su tutto il territorio nazionale il “Numero Blu 1530”, un servizio gratuito per il cittadino, grazie al quale è possibile comunicare con il Comando delle Capitanerie più prossimo alla località da cui viene effettuata la chiamata di emergenza, anche se effettuata da telefonia mobile.