Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

“I fischi? Non me li aspettavo”. Toma racconta la sua Pontida

“A Pontida onoravo il padre nobile della coalizione, non mi aspettavo la protesta. Berlusconi ha fatto errori ma anche Salvini lo rispetta”. Donato Toma, Presidente della Giunta regionale, intervistato questa mattina dal Corriere della Sera torna sui fischi che il popolo leghista gli ha riservato domenica 1 luglio durante il suo intervento a Pontida.

Toma è stato l’unico dei Governatori regionali presenti a Pontida a citare l’ex premier. “Io sono leale, lo avrei fatto anche per il leader leghista”.  E alla giornalista che gli chiede se fosse dispiaciuto che la Lega stia erodendo voti a Forza Italia, Toma risponde: “In Molise la Lega ci ha dato un apporto fondamentale. In un orizzonte di lungo periodo io vedo un centrodestra che abbracci tutti i partiti, Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia”.

Non manca, però, una piccola tirata d’orecchi al Ministro dell’interno. “Salvini dovrebbe ispirarsi, per la sua leadership, a uno stile di Governo e non più di protesta. Quest’ultima andava bene in campagna elettorale”. Infine Toma vede bene un centrodestra con l’attuale Vicepremier leader e Berlusconi padre nobile: “A me non dispiacerebbe, io confido molto in Salvini. Se ci fosse un partito unico più moderato, che parli alla testa più che alla pancia della gente, potremmo avere risultati esaltanti per il Paese”.