Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Forzano un ingresso e danneggiano la scuola Jovine. Il preside: “Noi senza telecamere e quelle del quartiere sono spente”

Ennesimo furto in una scuola della città: colpita la "Jovine" dove i ladri hanno causato danni per migliaia di euro. Deluso il preside: "Aspettiamo le telecamere e quelle che ci sono già nel quartiere sono ancora spente" .

Non vanno in vacanza i ladri delle scuole: l’ennesimo colpo è stato messo a segno alla “Jovine” dove nella notte appena trascorsa ignoti sono riusciti a forzare una porta d’ingresso per fare razzia di qualunque cosa riuscissero a trovarvi.

Magro il bottino. I vandali, che hanno sfasciato la cassaforte della scuola, hanno avuto una cocente delusione: “Dentro c’erano solo documenti e forse qualche cambiale”, ironizza il preside Sergio Genovese che stamattina alle otto ha dato l’allarme ai carabinieri.

Dall’istituto che si trova nel quartiere San Giovanni sono spariti dei computer e qualche decina di euro contenuta nei distributori automatici di snack e bevande.

Insomma, il furto in sé non è stato importante tanto che hanno dovuto ripiegare sulle macchinette, ma i danni “per qualche migliaia di euro” sì. E l’amarezza del personale e del dirigente scolastico è ancora più grande “visto che stiamo ancora aspettando che vengano a montarci le telecamere e quelle già installate nel quartiere sono spente”.

cc alla Jovine

Il deterrente, insomma, non ha funzionato. Oppure chi ha agito non ha notato gli occhi elettronici piazzati nei quartieri della città che purtroppo non catturano ancora le immagini.

“Di sicuro sono stati ore nella scuola: per forzare, come hanno fatto, la cassaforte, c’è voluto tempo anche se al suo interno non c’era nulla di prezioso”.