Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Estate guglionesana, 3 eventi di qualità: Radici nel Cemento, Sorgentone e il regista Paolo Sassanelli

Il 3 agosto concerto della storica band romana Radici nel Cemento. Poi tocca al canta e pianista travolgente Antonio Sorgentone. Infine, l'11 agosto, la proiezione del film "Due Piccoli italiani" on la partecipazione dell'attore e regista Paolo Sassanelli. Tre serate per un pubblico trasversale e di grande richiamo.

Tre appuntamenti di spessore e di richiamo, destinati a un pubblico trasversale, quelli messi a punto per l’estate di Guglionesi grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione comunale e l’associazione culturale musicale Chorus Line.

 

Due concerti molto particolari, Radici nel Cemento e Antonio Sorgentone, in due location diverse e nell’ottica anche di una valorizzazione dei luoghi simbolo di Guglionesi, e la proiezione del film “Due piccoli italiani”, uscito nelle scorse settimane, opera prima del regista Paolo Sassanelli che sarà presente all’evento.

 

Si comincia il 3 agosto nel cuore di Castellara, la bella villa comunale, con la storica band romana Radici nel Cemento.  ‘Fuego y Corazón’ è il titolo del nuovo album, uscito a maggio,  anticipato dal singolo ‘Il Valore del Lavoro Vero’ che la formazione reggae-dub-rocksteady ha sfornato dopo un lavoro di tre anni. Temi sociali, politica, un sound che mescola contaminazione latine e tradizione reggae per un disco autoprodotto dalla band ma registrato e mixato presso il Formadonda Studio di Roma.

“Radici Nel Cemento” sono una band che, per i temi portati all’attenzione del pubblico fin dal 1993 e le sonorità che li hanno resi unici, si impone come la metafora della tradizione e della memoria storica in una società che dimentica troppo in fretta il suo passato.

La tappa di Guglionesi è stata inserita fra quelle di Roma, Bergamo, Milano, con grande soddisfazione del consigliere delegato alla Cultura Michele D’Anselmo, che peraltro è cresciuto e ha trascorso nella Capitale infanzia e giovinezza prima di fare ritorno a Guglionesi circa 15 anni fa. Guest della serata la band Chilafalapuliska, gruppo di richiamo dal ritmo irresistibile i cui musicisti sono abruzzesi e molisani. 

 

Si va avanti il 5 agosto con Antonio Sorgentone, cantante e pianista, considerato tra i migliori nel suo genere in Italia. Il suo repertorio, travolgente, è un mix di 50’s R’n’R, boogie woogie, brani originali e classici swing italiani di grandi del passato come Renato Carosone o Fred Buscaglione.
Spettacolo assicurato anche da un singolare carisma sul palco, oltre che dalla sua bravura tecnica. Uno show adatto a un pubblico senza età, risultato di una professionalità conquistata con oltre 600 concerti in Italia e in Europa. Sorgentone, che vanta collaborazioni fra gli altri con Marvin Rainwater (USA) e Hayden Thopson (USA) della mitica Sun Records,  si è esibito anche in Svezia, Finlandia, Francia, Germania, Svizzera, Belgio.

La sua presenza a Guglionesi aggiunge un tocco di esclusività a un’estate approntata sul filo di lana dall’Amministrazione eletta il 10 giugno scorso, che sta ultimando la programmazione di nuovi eventi con le associazioni che operano sul territorio.

 

L’11 agosto ospite d’eccezione a Guglionesi sarà Paolo Sassanelli, attore, sceneggiatore e regista italiano con la prima opera “Due piccoli italiani” che sarà presentata al pubblico molisano a pochissime settimane dall’uscita in sala.  Con lui la compagna Marit Nissen, attrice e doppiatrice tedesca che vive e lavora in Italia, protagonista della pellicola con Francesco Colella, Rian Gerritsen e lo stesso Paolo Sassanelli, noto al grande pubblico per le fiction Classe di ferro,  Un medico in famiglia, Compagni di scuola e diversi film.

 

Un ricco curriculum il suo, che lo vede tra le altre cose regista, nel 2013, del corto Ammore, selezionato nella cinquina dei finalisti ai Corti d’Argento 2014, e nel 2016 con Amore disperato, adattamento di una drammatica storia vera dello scrittore Roberto Moliterni e di Claudio Maccari. “Due piccoli italiani”, proposto proprio a Guglionesi dallo stesso regista, è il suo primo film. Una pellicola girata in tre paesi: Italia, interamente in Puglia, tra Bari, Minervino Murge e Terlizzi, nei Paesi Bassi tra Amsterdam e Rotterdam e in Islanda, a Reykjavík tra le montagne Reykjanesviti e la Blue Lagoon.

E’ stato presentato in anteprima al Bari International Film Festival il 22 aprile 2018 al Teatro Petruzzelli di Bari.