Quantcast
Piazza municipio a campobasso

Erba alta, incuria e anche una siringa in Piazza Municipio. Cittadini infuriati denunciano il degrado

L’opera di recupero e di restyling dell’area tarda a concludersi e nel frattempo le aiuole di Piazza Municipio invase da erbacce infestanti e trasformate anche in ricettacolo di rifiuti hanno subìto anche il passaggio di qualche tossicodipendente che ha abbandonato una siringa rimossa da un nonno con una pinzetta. “Una vergogna” denunciano i campobassani. “In 60 anni che vivo qui, mai vista una simile incuria”

Da qualche tempo sono cominciati gli interventi di maquillage in piazza Municipio, con una rivisitazione delle aiuole e della piante, ma in attesa che questi finiscano, il verde esistente è lasciato all’abbandono completo. E al degrado.

A denunciarlo sono i cittadini a maggior ragione dopo quanto accaduto nei giorni scorsi, quando uno di loro munito di pinzette ha rimosso da un’aiuola – quella dirimpetto alla fontana centrale – una siringa.

“Ormai qui  vengono pure a drogarsi, proprio nel cuore della città. E’ una oscenità inaudita”. Lo denuncia uno dei tanti residenti che tutti i giorni passeggia lungo il corso e che da almeno 60 anni vive a Campobasso e quindi si sente “in diritto di poter dire  – continua – incontro a quale degrado sta andando questo comune capoluogo”.

Rabbia e indignazione condivisa anche da altri passanti, che formano un capannello di persone pronto a denunciare il ritrovamento della siringa e soprattutto a suggerire di immortalare e raccontare pubblicamente le condizioni di verde pubblico ormai abbandonato in cui si trovano tutte le aiuole di Piazza Municipio.

Tutti auspicano un intervento totale e tempestivo e “non provvedimenti lasciati a metà, come spesso accade, oppure che procedono a passo di lumaca”. Perché “gli alberi che stanno potando – commenta un altro campobassano indicando gli operai al lavoro di fronte alla chiesa della Madonna della Libera – sono giorni che vanno avanti così. Ma pulire le aiuole per permettere ai nostri figli e ai nostri nipoti di giocare serenamente senza pericoli è un diritto nostro e un dovere degli amministratori”.

Da diverso tempo infatti, le aiuole che cingono la piazza sono perlopiù rinsecchite e ‘inquinate’ da erbacce infestanti. Spesso anche ricettacolo di rifiuti e adesso anche di una siringa che ha mandato genitori e nonni  in tilt “perché i bambini qui la sera giocano e potevano pungersi con sì conseguenze che non auguro a nessuno”.

Cittadini che invocano dunque il Comune per un interessamento urgente teso ad eliminare il degrado che si è creato “finanche qui, che dovrebbe essere il biglietto da visita del capoluogo – continuano all’unisono –. Non ho mai visto Campobasso ridotta in queste condizioni. Credetemi. Ho un’età adulta da poterlo dire e sia chiaro che non ne faccio una questione politica perché a me la politica come business non interessa, ma quella che deve amministrare una città sì. Perché questa è anche la mia città e io non tollero di vederla ridotta in queste condizioni”.

Erba alta, piante infestanti, escrementi di cani, con il conseguente peggioramento di scarsa igiene ed incuria, dovuta alla mancata manutenzione del verde, una situazione che attende ancora di essere recuperata. E che “comunque  – concludono gli stessi denuncianti – non è normale che siamo quasi alla metà di luglio e ancora tutto questo non sia avvenuto. L’estate è quasi finita  e se a Campobasso già non veniva nessuno, ora se qualcuno ha azzardato una visita è scappato a gambe levate”.

commenta