Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Chiusura Primo Soccorso, sindaci ed amministratori chiedono soluzioni al Governatore foto

Sindaci ed amministratori del Basso Molise, con il supporto di 5 consiglieri regionali, tra maggioranza ed opposizione, e del deputato 5 Stelle Antonio Federico, chiedono con la massima urgenza al Presidente Toma il potenziamento della rete emergenza-urgenza nel territorio del Basso Molise e dichiarano che In mancanza di atti o provvedimenti in tal senso “attiveranno le necessarie ed opportune iniziative.”

Più informazioni su

“Quali azioni intendono porre in essere per assicurare un livello di emergenza/urgenza che possa soddisfare le esigenze dei cittadini al fine di garantire il sancito diritto costituzionale alla salute nonché il rispetto dei Livelli Essenziali di Assistenza ?“ è questa l’interpellanza che alcuni sindaci del territorio del Basso Molise pongono, con la massima urgenza, al Governo Regionale e alla Dirigenza ASReM attraverso un documento sottoscritto e discusso ieri sera all’incontro organizzato dal primo cittadino di Larino, Pino Puchetti, presso la sala consiliare del comune frentano, per trattare delle problematiche relative alla chiusura del Punto di Primo Soccorso dell’ospedale Vietri.

Hanno aderito all’iniziativa anche il deputato del Movimento 5 Stelle Antonio Federico, i consiglieri regionali grillini Andrea Greco, Patrizia Manzo e Valerio Fontana, i consiglieri regionali di maggioranza Nico Romagnuolo di Forza Italia e Aida Romagnuolo della Lega, oltre che sindaci ed amministratori dei comuni di Termoli, Guglionesi, Santa Croce di Magliano, Campomarino, Portocannone, Ururi, Casacalenda, Ripabottoni, Bonefro, Rotello, Palata, Morrone, Provvidenti, Montorio nei frentani e Montelongo.

L’incontro sarebbe dovuto essere a porte chiuse, ma dopo l’arrivo dei consiglieri comunali di opposizione del Comune di Larino, adirati per il mancato coinvolgimento, e l’affluenza di liberi cittadini venuti a conoscenza dell’appuntamento, si è dovuto inevitabilmente aprire le porte alla partecipazione. Durante l’incontro sono state ribadite le difficoltà di gestione della sanità nel territorio del Basso Molise soprattutto nei mesi di giugno, luglio e agosto, ancor di più dal 2016 con la chiusura del Pronto Soccorso del Vietri di Larino, quando “la situazione di disagio ha raggiunto livelli non più sostenibili, sia per i cittadini che per gli stessi operatori della sanità”.

In considerazione del fatto che “questa situazione ha ormai determinato nella popolazione disagi ed esasperazione di difficile gestione, sia da parte dei rappresentanti degli enti locali, sia da parte delle forze dell’ordine”, i sindaci hanno ritenuto di dover chiedere al Presidente della Regione Molise, Donato Toma, ed al General Manager dell’ASReM, Gennaro Sosto, un incontro “per  avere delucidazioni in merito ad eventuali futuri provvedimenti”. In mancanza di atti o provvedimenti volti al potenziamento della rete emergenza-urgenza nel territorio del Basso Molise, gli amministratori locali hanno dichiarato che “attiveranno le necessarie ed opportune iniziative”.

Prossimo appuntamento per continuare a discutere della questione sarà il Consiglio Comunale straordinario, richiesto d’urgenza dall’opposizione, che si terrà il prossimo venerdì 13 luglio.

Più informazioni su