Centro accoglienza Modena, dietro il litigio violenze sessuali e ipotesi sfruttamento foto

Una giovane nigeriana allontanata dal Cas del lungomare e trasferita in una struttura protetta. Si indaga per violenza sessuale e si vaglia anche l’ipotesi di sfruttamento della prostituzione

Una giovane nigeriana ospite del centro di prima accoglienza di Termoli è stata trasferita. Da qualche giorno non si trova più all’ex Modena, l’albergo riconvertito in Cas sul lungomare nord, ma in una “residenza protetta”, cioè una struttura dove viene seguita da psicologi ed esperti e tenuta lontana da persone considerate pericolose per la sua sicurezza. La donna, di nazionalità nigeriana, sarebbe la vittima di un sistema di sfruttamento collegato ai presunti protettori ospiti dello stesso centro, che proprio per questa ragione – sulla base di indagini avviate in seguito alla rissa di circa 10 giorni fa – avrebbero discusso con veemenza arrivando perfino alle mani e diventando protagonisti di un episodio di violenza che ha richiesto l’intervento della polizia.

Da quella vicenda sono scattati controlli più approfonditi sulla situazione degli ospiti del Modena. Gli agenti della Mobile hanno scoperto che la ragazza era vittima di violenze a sfondo sessuale, avvenute a quanto pare anche in passato. Episodi che vedrebbero anche la presenza di una seconda vittima, un uomo in questo caso, che avrebbe subito abusi anche all’interno della struttura. Anche lui è stato chiaramente allontanato e ora si trova in una struttura protetta.

Ma dietro il litigio scatenato da “motivi di gelosia”, come ha affermato la coop che gestisce il centro, ci sarebbe molto di più. E’ quanto gli agenti, delegati dalla Procura, stanno cercando di capire e chiarire. Violenze fisiche che secondo una delle ipotesi al vaglio, ancora da verificare nei dettagli, sarebbero sfociate  nello sfruttamento. Non si esclude – e si sta lavorando anche su questo – che alcuni ospiti del Modena abbiano messo in piedi un presunto sistema di prostituzione presso alcune abitazioni del litorale molisano.