Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Antincendio, elicottero in dotazione alla Protezione civile e sala operativa attiva h24

Quando si scoprì che l’ex governo Frattura decise di ‘eliminare’ l’elicottero per spegnere gli incendi, scoppiò il caos. Anche perché della soppressione si venne a sapere quando la scorsa estate il capo dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio bacchettò sei Regioni italiane (fra cui il Molise) proprio perché non avevano un mezzo aereo per fronteggiare le emergenze.

Il disastro in Grecia, così come un anno fa quello in Portogallo, hanno riacceso un alert. Per questo la giunta Toma ha deciso di accogliere la proposta dell’assessore Nicola Cavaliere e di ripristinare l’aereo antincendio che sarà in dotazione al Servizio regionale di Protezione civile, che si occupa fra l’altro della campagna antincendi boschivi.

L’elicottero Ecureuil AS350 presterà servizio nel periodo statisticamente più critico per la lotta agli incendi e stazionerà nella base operativa di Campochiaro. Versatili le prestazioni del velivolo dal punto di vista tecnico: il mezzo ha un’autonomia di circa tre ore di volo e la capacità di carico è di circa 1000 litri liquido estinguente; in alternativa, l’aeromobile può trasportare una squadra di cinque operatori.

“L’ausilio del mezzo aereo – spiega il presidente Toma – costituisce un valore aggiunto per le squadre a terra, che permetterà la riduzione dei tempi di intervento per lo spegnimento, aumentando l’efficienza e la tempestività della macchina organizzativa a tutela del patrimonio forestale regionale. L’antincendio boschivo è una delle priorità della Protezione civile regionale nel periodo estivo. Il lavoro di squadra e la proficua collaborazione tra Regione Molise, Corpo nazionale dei Vigili del fuoco e Carabinieri forestali rendono ancora più efficaci le attività programmate”. Una garanzia in più per la popolazione, dunque.

Al tempo stesso il governo regionale ha provveduto a riorganizzare pure l’attività antincendio. “Il Centro di coordinamento di tutte le attività di lotta attiva – continua Toma – è affidato alla sala operativa unificata permanente che ha sede a Campochiaro presso il Servizio di protezione civile”. La sala, nel periodo di massima pericolosità, sarà operativa h24. 

Inoltre, spiega ancora il capo dell’esecutivo, “da quest’anno, inoltre, è stata anche potenziata l’attività di addestramento per i direttori delle operazioni di spegnimento e dei capi squadra anti incendio avvalendoci del personale dell’Arsarp, del personale interno di Protezione civile, nonché dei volontari”. Le squadre verranno dislocate nei punti strategici del Molise per intervenire più rapidamente quando scoppia un incendio.